Giovedì, 14 Ottobre 2010 15:53

Il 'mobile', tecnologie dominanti entro il 2015

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Secondo un’indagine commissionata da IBM, più di metà di tutti i professionisti IT - il 55% - prevede che entro il 2015 lo sviluppo di applicazioni software per il ‘mobile’, in altre parole per dispositivi come iPhone e Android, e anche per tablet PC come iPad, supererà lo sviluppo delle applicazioni per tutte le altre tradizionali piattaforme.

IBM ha annunciato anche l’applicazione ‘mobile’ developerWorks per iOS che permette agli sviluppatori l’accesso alla community IBM per lo sviluppo di software e per lo sfruttamento della piattaforma di social networking professionale My developerWorks, basata su Lotus Connections.


I professionisti dell’information technology prevedono che nei prossimi cinque anni il mobile computing e il cloud computing emergeranno come le piattaforme più richieste per lo sviluppo delle applicazioni software e la distribuzione dei servizi IT: è quanto emerge da una nuova indagine IBM pubblicata in questi giorni. La 2010 IBM Tech Trends Survey fornisce una serie d’indicazioni sui più significativi trend della tecnologia d’impresa e di settore, basate sulle risposte fornite da 2.000 sviluppatori e specialisti IT in 87 paesi.
Secondo l’indagine, più di metà di tutti i professionisti IT – il 55 percento – prevede che entro il 2015 lo sviluppo di applicazioni software per il ‘mobile’, ovvero per dispositivi come iPhone e Android, e anche per tablet PC come iPad e PlayBook, supererà lo sviluppo delle applicazioni per tutte le altre tradizionali piattaforme di calcolo.
Con il proliferare di questi dispositivi mobili, gli analisti del settore prevedono nei prossimi tre anni un’enorme crescita delle vendite di applicazioni per il ‘mobile’, con un'espansione stimata del relativo fatturato dai 6,2 miliardi di dollari previsti per il 2010 a quasi 30 miliardi di dollari entro il 2013.
A supporto del numero crescente di sviluppatori di software per i dispositivi mobili, IBM stessa attraverso developerWorks – mette a disposizione risorse tecnologiche gratuite per lo sviluppo delle applicazioni per iPhone, iPad, HTML5 e Android.


IBM ha annunciato anche la prima applicazione ‘mobile’ developerWorks per l’Apple iPhone, che permette agli sviluppatori l’accesso ‘mobile’ alla community di IBM per lo sviluppo di software, con l’obiettivo di accrescere le proprie competenze e i contatti con i colleghi utilizzando la piattaforma di social networking professionale My developerWorks, basata su Lotus Connections.


Altri interessanti risultati emersi dalla Tech Trends Survey:
•    il 91 percento prevede che, nell’arco dei prossimi cinque anni, il cloud computing supererà il computing di tipo tradizionale, “on-premise”, come modalità principale di acquisizione di servizi IT per le organizzazioni;
•     il mobile computing e il cloud computing sono considerate le più interessanti opportunità di carriera nell’IT a partire dal 2011, seguiti da social media, business analytics e tecnologie specifiche di settore;
•     il 90 percento ritiene che, per il proprio lavoro, sia importante possedere competenze specifiche nei settori verticali, nonostante il 63 percento ammetta di non disporre della conoscenza di settore necessaria per restare competitivo;
•    telecomunicazioni, servizi finanziari, sanità, energia e utilities sono considerati i primi quattro settori in cui gli intervistati individuano la maggiore opportunità di espandere la propria carriera.

Read 9962 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Cultura

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]