Martedì, 10 Aprile 2018 11:00

Scienza, il mistero della coscienza e le tecnologie del futuro

Scritto da

È incentrato sulla coscienza il penultimo appuntamento della rassegna a ingresso libero "La Scienza e noi" in programma al Piccolo Eliseo di Roma lunedì 16 aprile.

Protagonista della serata il neuroscienziato Martin Monti, che dirige il laboratorio di ricerca focalizzata su coma e coscienza all'Università della California di Los Angeles (Ucla). Italiano, milanese di nascita, laureato in Bocconi e successivamente Phd a Princeton, Monti ha pubblicato sulle più prestigiose riviste internazionali e viene invitato a parlare nelle più importanti università in tutto il mondo. Con la sua équipe - ricorda una nota - il prof. Monti ha messo a punto una decina di anni fa un test molto innovativo per comprendere quanta capacità cerebrale sussista in pazienti in stato vegetativo e stato di minima coscienza.

Per questo fu invitato nel 2013 a visitare in Israele Ariel Sharon, che dal 2007 si trovava in un grave stato di disordine della coscienza: le sue risonanze magnetiche rivelarono che c'erano segnali di attività cerebrale nel cervello del premier israeliano. Oggi Monti sta lavorando a un ambizioso progetto chiamato Lifu (Low Intensity Focused Ultrasounds), una tecnica rivoluzionaria e non invasiva, per cercare di aiutare a far 'ripartire' il cervello di pazienti in coma, 'massaggiando' con ultrasuoni focalizzati a bassa intensità il talamo, un'area cerebrale cruciale per l'emergere della coscienza. Ne hanno parlato i media in tutto il mondo per le implicazioni non solo mediche, ma anche etiche che ne derivano. La speranza di Monti - prosegue la nota di "La Scienza e noi", ciclo di conferenze BrainForum per parlare del futuro organizzate da BrainCircle Italia - è di arrivare a produrre un apparecchio che possa aiutare le persone in stato vegetativo o di minima coscienza a recuperare qualche livello di facoltà cognitive. Siamo per ora solo ai primi esperimenti, condotti su cinque pazienti con esito interessante, ma è troppo presto per poter trarre conclusioni definitive. Il prof. Monti e la sua équipe stanno reclutando nuovi pazienti e contano di arrivare a 10 casi in due anni. Intervistato da Viviana Kasam, presidente di BrainCircle Italia, il prof. Monti spiegherà a che punto sono oggi gli studi sulla coscienza, una della caratteristiche umane più misteriose, e parlerà del suo lavoro con le persone in coma e delle speranze che la sua ricerca apre. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Cultura

Opinioni

Pensioni. Quota 100 o “Soluzione Montecitorio”?

Ci si potrebbe quasi regolare l’orologio sul ciclo circadiano delle discussioni in tema di pensioni. Che rientrano in ballo ogni volta che si comincia a discutere di coperture, di fondi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Una mappa geografica per dare un volto alla chimica analitica italiana

A Bologna dal 16 al 20 settembre avrà luogo il Congresso Nazionale della Divisione di Chimica Analitica della Società Chimica Italiana (SCI)   L’evento si pone l’obiettivo di offrire al mondo accademico...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077