Giovedì, 12 Luglio 2018 13:33

Dalla Nuova Zelanda la prima radiografia in 3D a colori

Scritto da

La prima radiografia in 3D a colori del corpo umano. A realizzarla la compagnia neozelandese Mars Bioimaging grazie a uno speciale scanner che sfrutta la tecnologia Medipix3 sviluppata dal Cern di Ginevra per dare la caccia al bosone di Higgs.

Le radiografie a colori consentono ai medici di identificare i marcatori delle patologie, ad esempio i livelli di grasso o i tumori delle ossa. La prima 'fotografia' in 3D a colori è quella del polso di Phil Butler, fondatore di Mars Bioimaging e docente dell'Università di Canterbury in Nuova Zelanda. Nelle immagini pubblicate sul sito dell'azienda si vede il suo polso, i tessuti e i muscoli, con l'orologio. Secondo Butler, "i raggi X a colori ricreano un'immagine che nessun altra tecnologiapuò restituire". Il prossimo passo - riporta il 'Daily Mail' - è usare questa nuova possibilità di diagnostica con immagini 'hi tech' per uno studio su pazienti con problemi articolari. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Cultura

Opinioni

Musica. Guida utile per diventare ascoltatori professionisti

Partecipando al fenomeno delle reti umane è inevitabile trovarsi spesso legati a certi nodi voluti con forza dalla condivisione. L’abbraccio emotivo con gli individui sparsi per il mondo è indubbiamente...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Il giro dell'oca di Erri De Luca: dialogo con il figlio mai nato

La scrittura di Erri De Luca è da sempre impregnata di vita vissuta, di immagini, di profumi e ricordi; è una tessitura fortemente autobiografica che diviene, in alcuni casi, solco...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077