Martedì, 28 Agosto 2018 10:06

Ematologia. Arriva la terapia Cart-t contro i tumori

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha approvato l'immunoterapia Car-T tisagenlecleucel (Kimriah) per il trattamento di pazienti pediatrici giovani fino ai 25 anni di eta' con leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B refrattaria e pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl).

La terapia approvata e' sviluppata, in collaborazione con l'universita' della Pennsylvania, da Novartis, la quale "sta realizzando un'infrastruttura globale per la fornitura di terapie cellulari Car-T, laddove prima non ne esisteva alcuna" ha affermato Liz Barret, ceo di Novartis Oncology. La terapia Car-T (Chimeric Antigen Receptor) e' una proteina ibrida sintetica in grado di riconoscere il tumore e di attivare il linfocita T, componente essenziale del nostro sistema immunitario. Il trattamento si somministra per infusione. Si tratterebbe di un medicinale "vivente", prodotto individualmente per ciascun paziente riprogrammando le cellule del suo stesso sistema immunitario. 

Dietro a questa importante ricerca c'e' un lavoro enorme che ha coinvolto anche molti centri italiani. 

“E’ un'opportunità incredibile, fino ad oggi non c'era nessun trattamento e invece ora c'è una speranza concreta”, come afferma Giampaolo Merlini, direttore dell'Amyloid Center della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia, che commenta così il via libera della Commissione Ue alla terapia  'Car-T' che prevede l'uso delle cellule del paziente 'addestrate' a riconoscere quelle tumorali. "Dietro quest'ultimo tassello c'è un lavoro enorme di ricerca che ha coinvolto anche molti centri italiani, tra cui il S.Matteo", aggiunge Merlini. Il via libera europeo è arrivato per la leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B nei pazienti pediatrici e fino ai 25 anni di età e il linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl) negli adulti, e in entrambi i casi va usata per le forme che non rispondono alle terapie tradizionali. 

Ma quanti saranno i pazienti che potranno usufruire di questa nuova terapia cellulare? 

"Le forme familiari di queste malattie sono rare ma ci sono altre forme coinvolte - risponde Merlini - ad esempio per quella senile si pensa che la prevalenza non sia così trascurabile. Oggi è stato compiuto un bel passo in avanti per tanti malati". In Italia si registrano circa 1,6 casi di Lla ogni 100 mila uomini e 1,2 casi ogni 100 mila donne, cioè circa 450 nuovi casi ogni anno tra gli uomini e 320 tra le donne (dati Airc). Il linfoma diffuso a grandi cellule B rappresenta il più frequente linfoma diagnosticato nei paesi occidentali, costituendo circa il 35-40% di tutti i linfomi a cellule B. E' - riporta il sito dell'Associazione italiana contro le leucemia (Ail) - un linfoma aggressivo che si presenta alla diagnosi con un interessamento linfonodale esteso, con sintomi sistemici e con frequente localizzazione in sede extra-nodale (40% dei casi).

Read 4175 times Last modified on Martedì, 28 Agosto 2018 10:12

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cultura

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]