Venerdì, 18 Ottobre 2019 15:23

Genomica e medicina personalizzata. Takis, l’eccellenza italiana di biotecnologie, sfida l’Europa

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

L’azienda del Tecnopolo di Castel Romano vicino Roma  è tra i 7 finalisti della European Health Catapult. La finale si disputerà il 2 e 3 dicembre a Parigi 

ROMA - Takis con i suoi progetti avanzati ha presentato un vaccino terapeutico personalizzato contro il cancro alla European Health Catapult guadagnandosi il posto in finale.  Un risultato raggiunto grazie alla realizzazione di un vaccino terapeutico personalizzato contro il cancro. Si tratta, quindi di una nuova sfida che punta alla medicina personalizzata, della genomica e delle terapie cellulari che molti intravedono come un percorso necessario sul quale investire. 

Il genoma di ciascun tumore, infatti, presenta mutazioni che differiscono da paziente a paziente e generano proteine anomale chiamate neoantigeni, assenti nelle cellule sane. Il vaccino progettato da Takis istruisce le cellule del sistema immunitario a riconoscere i neoantigeni tumorali e ad annientare solo le cellule che li esprimono. Ma poiché ogni tumore è diverso, ciascun paziente ha bisogno di una terapia su misura: il punto di partenza è il sequenziamento del genoma tumorale, che aiuta i ricercatori a costruire un vaccino ad hoc. 

Si tratta di un progetto innovativo, che i ricercatori di Takis stanno portando avanti con competenza ed entusiasmo. E che alla European Health Catapult, alla quale hanno partecipato 42 start up in Europa, ha già catturato l’interesse degli investitori, confermando ancora una volta l’eccellenza della ricerca italiana in campo oncologico. 

“Siamo orgogliosi di questo risultato– ha dichiarato Luigi Aurisicchio, CEO di Takis –. In questi anni abbiamo intrapreso molti  progetti e ci siamo dedicati alla messa a punto di terapie sempre più mirate ed efficaci contro il cancro. Il merito è, anche e soprattutto, dei nostri ricercatori, che mettono la passione in quello che facciamo giorno dopo giorno per aiutare i pazienti in oncologia”. 

Dello stesso avviso anche Fabio Palombo, responsabile del programma di ricerca: “Grazie alla crescente conoscenza in Immuno-Oncologia, al Next Generation Sequencing  e a tecnologie sempre più efficaci, è possibile oggi pensare a approcci di medicina personalizzata inconcepibili fino a pochissimi anni fa. E noi Italiani con le nostre idee e la nostra fantasia, possiamo dare un grandissimo contributo a questo campo in continua evoluzione”.

Con la sua esperienza nelle terapie innovative contro il cancro, Takis è l’unica azienda italiana ad aver raggiunto questo traguardo, dimostrando di essere tra le 7 migliori imprese biotech in Europa. Merito di un’intensa attività di ricerca, che ha saputo intercettare i temi più all’avanguardia nella lotta ai tumori di questi ultimi anni. Come ad esempio l’immunoterapia, che sfrutta il sistema immunitario per combattere il cancro, dando vita a terapie potenzialmente più efficaci di quelle tradizionali, e soprattutto più mirate. La produzione scientifica di Takis, infatti, appare sempre più orientata al futuro, che è quello della medicina di precisione e su misura del paziente. Una possibilità che oggi, grazie alla conoscenza approfondita del genoma umano, si sta facendo sempre più concreta. 

Read 2266 times Last modified on Venerdì, 18 Ottobre 2019 15:58

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cultura

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]