Venerdì, 16 Ottobre 2020 08:43

Una ricerca sulla gestione della pressione sanguigna per i pazienti con lesioni del midollo spinale

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

L’International Collaboration on Repair Discoveries (ICORD) sfida l'attuale standard per la gestione della pressione sanguigna nelle persone con lesioni del midollo spinale (SCI)  Uno st

dio, condotto dai principali ricercatori dell'ICORD, il dottor Christopher West e il dottor Brian Kwon, ha dimostrato che in seguito a SCI toracica alta, la capacità del cuore di contrarsi è compromessa con conseguente riduzione del flusso sanguigno del midollo spinale. La SCI alto-toracica si riferisce generalmente a lesioni che colpiscono i muscoli addominali e lombari e le gambe, provocando tipicamente paraplegia, mentre la funzionalità delle braccia e delle mani potrebbe non essere influenzata.

Attualmente, un paziente in cura per una lesione acuta in cui il midollo spinale sia parzialmente o completamente compromesso, ha la pressione sanguigna gestita utilizzando farmaci che causano la costrizione dei vasi sanguigni per aumentare la pressione sanguigna. I principali ricercatori dell'ICORD, il dottor Christopher West e il dottor Brian Kwon e il loro gruppo di ricerca, hanno pubblicato uno studio che sfida l'attuale standard per la gestione della pressione sanguigna nelle persone con lesioni del midollo spinale (SCI). I risultati potrebbero portare a un cambiamento nel modo in cui i pazienti appena feriti gestiscono la pressione sanguigna, migliorando potenzialmente le loro possibilità di mantenere una maggiore funzionalità a lungo termine. 

In questo studio, Drs. West e Kwon e il loro team hanno utilizzato un trattamento sperimentale mirato al battito cardiaco più potente, che ha aumentato la quantità di sangue espulso e anche la pressione sanguigna. "La differenza fondamentale è che prendendo di mira il cuore, aumentiamo la pressione aumentando il flusso sanguigno invece di causare il restringimento dei vasi sanguigni", afferma il dottor West. "Questo è importante perché aumentando il flusso sanguigno possiamo fornire più sangue e ossigeno al midollo spinale che dovrebbe ridurre al minimo il danno all'epicentro della lesione e quindi ridurre la gravità della lesione e il sanguinamento nel midollo, entrambi previsti per migliorare le possibilità per mantenere una maggiore funzionalità".

Ciò potrebbe significare in futuro che un individuo appena ricoverato in ospedale potrebbe ricevere un farmaco diverso durante il periodo iniziale di gestione post-infortunio.   "È importante notare che una delle uniche cose che possiamo attualmente fare per i pazienti affetti da SCI acuta è cercare di ottimizzare l'apporto di sangue e ossigeno al midollo spinale danneggiato per prevenire ulteriori lesioni secondarie", ha detto il dott. Kwon. "Dobbiamo cercare modi per fornire questa cura nel modo più efficace possibile, poiché qualsiasi parte della funzione del midollo spinale che potrebbe essere migliorata da nuovi approcci come questo potrebbe potenzialmente avere un grande impatto per un paziente".

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Cultura

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]