Blog di Caterina Carbonardi

Mi chiamo Caterina Carbonardi e sono  Life & Business Coach – Associated Certified Coach presso La International Coaching Federation. PIU' INFO

Mercoledì, 01 Giugno 2016 10:37

Non solo Coaching: sono cambiato ed ora?

Scritto da

Sento spesso parlare del concetto della coerenza e ancora più spesso sento esprimere giudizi legati all’incoerenza. 

“Ma non avevi detto che… ed ora dici…? Ma non dicevi che a te non sarebbe mai capitato? Ma non pensavi di fare questo ed ora stai facendo l’opposto?”

Si confonde il cambiamento di pensiero e azione, frutto di un percorso di crescita con l’incoerenza. 

Spesso questo giudizio lo applichiamo ad altri, ma altrettanto spesso a noi stessi. 

Ci si può sentire confusi, quando si decide di fare cose che tempo prima non avremmo mai fatto. 

Sentirsi incoerenti ci pone in una gabbia e le sbarre sono proprio gli schemi con cui guardavamo le cose prima. Esprimiamo un auto-giudizio limitante che non ci permette di sentirci liberi di esplorare nuove opportunità di vita. Se abbiamo sempre reputato giusto quello che facevamo ci fa sentire di sbagliare oggi nel voler fare cose diverse, ciò ci fa sentire incoerenti.

Eppure il pensare in modo diverso, mettendo in discussione i nostri pensieri è l’unico modo per sviluppare cose nuove.

Proviamo a vedere noi stessi allora come un sistema in evoluzione nel tempo, l’Io nel tempo di cui abbiamo parlato qualche tempo fa (http://www.dazebaonews.it/italia/societa/coaching-cafe/item/39603-il-coaching-e-il-non-giudizio-una-capacita-utile-per-tutti.html )

Nel tempo viviamo in situazioni e contesti diversi. Le situazioni possono portarci a valutare possibilità e alternative di pensiero prima inesistenti.

Se siamo comunque abituati a notare incoerenza nei cambiamenti di pensiero degli altri, saremo maggiormente frenati a comprendere i nostri cambiamenti. 

Ci sentiremo costretti ad ingabbiarci, per sentirci coerenti nel giudicare gli altri incoerenti, nella nostra coerenza, saremo pronti a tarparci le ali pur di non accettare di pensarla diversamente. 

Se si è clementi con gli altri e con noi stessi sarà più facile non vedere incoerenza nei nostri mutamenti, ma vedremo solo la nostra metamorfosi

La coerenza è un valore certo, ma se legato all'attimo che viviamo: sono coerente perché quello che penso dico e faccio sono in linea in questo momento della mia vita. 

Viviamo sereni nella consapevolezza che il cambiamento è una cosa certa della vita. Accettare il cambiamento dei nostri pensieri e di chi ci è vicino ci offre la possibilità di sentirci liberi di crescere e sviluppare nuovi percorsi differenti dai precedenti. 

Osserviamo e riconosciamo chi siamo oggi con consapevolezza, accettiamo di poter esser diversi da ieri, senza cercare di rimanere chi avevamo deciso di essere un tempo ormai passato. 

Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere.  (cit. Sandro Pertini)

Caterina Carbonardi

Business Coach – Associated Certified Coach presso International Coaching Federation

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

artemagazine.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]