Mercoledì, 02 Marzo 2016 11:43

Università. Basta false promesse, gli studenti al tavolo verso libero accesso

Scritto da

ROMA - In un articolo di oggi sul Sole 24 ore il Prof. Novelli, Rettore dell’Università degli studi di Tor Vergata e delegato della CRUI all’area sanità, annuncia la convocazione di un tavolo che vedrà coinvolti il MIUR, il Ministero della salute e la conferenza dei Rettori, allo scopo di affrontare l’annoso problema della programmazione dei corsi a numero chiuso.

Il Rettore del secondo ateneo romano indica nei 9.000 studenti ammessi in sovrannumero a seguito dei ricorsi e nei troppi candidati che ogni anno tentano il test, i principali problemi del sistema, rinnegando la possibilità di abolire il numero chiuso e relegando la soluzione del problema al solo aspetto dell’orientamento.

Jacopo Dionisio, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari, dichiara: “Apprendiamo dal Sole 24 ore della convocazione imminente di questo tavolo; riteniamo, però, che l’approccio del Prof. Novelli sia profondamente errato. Basta con la narrazione per cui i 9000 studenti entrati con il ricorso sono “figli di un dio minore”, che hanno causato danni ai compagni di corso sia in ottica presente che futura: sono studenti al pari degli altri, che hanno dimostrato nelle aule di meritare la possibilità di frequentare quei corsi”.

Continua Dionisio: “Invitiamo il Rettore Novelli a non alimentare una guerra tra poveri, ossia gli studenti, ma a spendersi affinché il Governo investa in un sistema universitario drammaticamente impoverito sotto ogni punto di vista. Auspichiamo, inoltre, che si sgomberi il campo da ogni ipocrisia: non è possibile che il Prof. Novelli sia a favore del numero chiuso in Italia, e contemporaneamente porti avanti convenzioni con istituti privati in Albania, che permettono da anni agli studenti più facoltosi di bypassare il sistema di accesso italiano”.

Conclude il coordinatore nazionale dell’UDU: “Da anni portiamo avanti una battaglia culturale per il libero accesso all’istruzione. Il tavolo che si riunirà a breve non si limiti a tappare i buchi di un sistema che fa acqua da tutte le parti. Ora più che mai ribadiamo quanto diciamo da anni: è necessario superare questo modello ed andare verso il libero accesso. Chiediamo, inoltre, che gli studenti siano considerati parte attiva in questa discussione e quindi che venga convocato al tavolo anche il CNSU”.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]