Lunedì, 17 Dicembre 2012 13:59

Sci.Coppa del mondo: Ligety sopra a tutti

Scritto da

ROMA - Nel gigante della Gran Risa, in Alta Badia, Ted Ligety fa venire il mal di testa a tutti.

SUPERMAN LIGETY – Lo statunitense è sembrato proprio a suo agio su questa difficilissima ed insidiosissima pista, curvando a terra come un motociclista, poggiando gomiti e braccia sul ghiaccio, nel perfetto stile cowboy americano, alla Bode Miller per intenderci, tipico della sciata a stelle e strisce.Con una prova magistrale, dispensa distacchi d'altri tempi, come faceva Alberto Tomba che su questa stessa pista ha vinto 4 volte.

Il primo, alle spalle dello statunitense, è Marcel Hirscher, secondo a ben 2"04. Terzo è il francese Thomas Fanara a 3"27. Di solito con questi distacchi sono raggruppati tutti e trenta gli atleti, ma non è stato così, evidentemente, nel caso della discesa di Ligety che rifila addirittura 7 secondi all'ultimo in classifica, il povero Andre Myhrer.

GLI AZZURRI – Primo degli azzurri, Davide Simoncelli, giunto quinto con un distacco di 4''46. Visto gli altri, tutto sommato è stata una buona prova per l'azzurro che aveva chiuso la prima manche 17°. Un risultato che gli dà una nuova carica per le prossime gare.

È un vero peccato, invece, per Max Blardone, quinto a 2”82 dopo la prima manche. Max, che su questa pista ha un bel feeling, per aver vinto tre volte, voleva eguagliare il record di Tomba regalando ai colori azzurri una quarta vittoria. Così non è stato, anzi. Nella seconda prova, dopo aver guadagnato un ottimo vantaggio che gli avrebbe garantito il podio, ha compito un grave errore a metà percorso che lo ha fatto uscire di scena. Come lo stesso atleta ha affermato, errori come il suo, quando ti inclini troppo, se ti chiami Ligety e sei anche fortunato, ti rialzi, altrimenti vai giù lungo.

Ottima la prova del giovane Luca De Aliprandini che per la prima volta si qualifica per la seconda manche arrivando alla fine undicesimo. Nei trenta anche Manfred Moelgg, diciannovesimo, e Florian Eisath ventiseiesimo.

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]