Sabato, 04 Maggio 2013 09:56

Juventus, è il giorno dello scudetto? Lotta continua per le piazze europee

Scritto da

Zona scudetto: gran testacoda             


La quart'ultima giornata  dovrebbe essere quella giusta per la definitiva consacrazione della Juventus meritatamente campione d'Italia.  Facendo un po' di conti, per  la Juve,   a 80 punti e + 11 di vantaggio sul Napoli (69 punti), un semplice pari contro il Palermo in casa sarebbe già sufficiente perché il Napoli, pur vincendo le sue  4  rimanenti partite non potrebbe mai andare oltre  oltre quota  81 punti e, pur in presenza di  un'ipotetica parità finale, a prevalere sarebbe comunque la Juve per i migliori risultati negli scontri diretti.                                                                                                         
Tutto, invece,  verrebbe rimandato solo nella malaugurata e veramente improbabile ipotesi che gli uomini di Conte fossero battuti dal Palermo il quale, è bene precisarlo, sicuramente si impegnerà alla morte perché la sua diretta concorrente Genoa non dovrebbe avere difficoltà a superare il Pescara.    
Juventus-Palermo è, quindi, un testacoda di primaria importanza per entrambe le squadre. La Juve vorrebbe chiudere la contesa e il campionato per giocare in scioltezza le rimanenti partite con l'alloro in testa e il rinnovato scudetto sul petto, portando i festeggiamenti fino all'ultima giornata. Per il Palermo, tornare a casa a mani  vuote significherebbe dover riprendere l'inseguimento col rischio di demoralizzarsi.    Non vorremmo essere accusati di suggerito illecito sportivo, però, incredibile a dirsi, il risultato più confacente alla tranquillità di entrambe le squadre  sarebbe  proprio un bel pareggio, magari al termine di uno scontro combattutissimo e con tante reti......

Napoli-Inter:  differenti umori  
Non  male come partita, se non altro perché mette di fronte due squadre con situazioni ben definite  e differenti: il Napoli, ormai tranquillo, accomodatosi nella poltrona d'onore con la Champions in tasca (e relativi milioni che porterà...) non dovrebbe avere più nulla da temere dal Milan a 7 punti indietro e, ipotizzare un simile recupero sui restanti 12  punti disponibili, equivarrebbe a credere alle chimere. L'Inter,  a pezzi per le assenze, demoralizzata e  sfiduciata, anche dai suoi tifosi, avrebbe bisogno di uno scatto rabbioso per ritrovare se stessa ma contro il Napoli attuale non sarà facile e una ulteriore sconfitta  complicherebbe ulteriormente le limitate possibilità di accedere all'Europa League.

Zona  3° posto Champions League                                                                                                                
Visto che, classifica alla mano, il discorso dovrebbe essersi  ridotto a Milan e Fiorentina, la prossima giornata, valutando le rispettive avversarie,  dovrebbe favorire il Milan che ospita il Torino rispetto alla Fiorentina  contro la rediviva Roma.  I rossoneri, dopo le prolungate chiacchiere (chiacchiere ma fino a che punto tali ?) sulla possibile non riconferma di Allegri (che si consolerebbe andando a Roma, fronte Lupa) per l'insoddisfazione di Berlusconi, per tenere a bada la Fiorentina, distante un misero ma vitale punticino, deve battere il Torino senza se e senza ma, possibilmente con minor fatica di quanto fatto contro il Catania domenica scorsa.  Ci si attende un Milan forse meno bello  ma più redditizio, anche se il vecchio Toro vorrà evitare di essere risucchiato nella zona bassa bassa, in odor di B.


Interessante Fiorentina Roma                                                                                                                
La Fiorentina, invece, almeno sulla carta potrebbe avere qualche problema di fronte ad una Roma che l'ultimo poker di partite se lo vuole giocare fino in fondo,  per presentarsi al derby già con la qualificazione europea acquisita. L'incontro che si disputerà sabato sera si presenta molto interessante e i gol, vista la recente tendenza offensiva delle due compagini,  non dovrebbero mancare.

Lazio-Bologna necessità di punti per entrambe.                                                                                                   
La Lazio non vince da 5 partite (30 marzo 2-1- al Catania) il Bologna da 5 pareggia sempre: i motivi non mancano da ambo le parti per acciuffare i tre punti. In particolare la Lazio, dopo essere sprofondata nell'anonimato (a fine girone d'andata aveva 10 punti più della Roma, ora ne ha 3 in meno....) con una serie incredibile di brutture, spera sempre in un colpo di reni che, giornata dopo giornata, non arriva mai. E' crisi o quasi e persino lo stesso Petkovic, allenatore rivelazione fino a qualche mese fa, ora è in bilico per la prossima stagione, si fanno già gli elenchi dei riconfermati  con pochi nomi  e quelli degli epurati, parecchi. Brutto segno:  vuol dire che la stagione non è stata soddisfacente, ci sarebbe sempre la Coppa Italia ma bisogna cambiare registro …

Sempre in zona Europa League.....                                                                                                        , l'Udinese, reduce da quattro vittorie consecutive,  starà  alla finestra, giocando in casa contro una deludente Samp, in attesa di conoscere gli esiti di Firenze dove c'è la sua avversaria maggiore, la Roma. Il Catania,  invece, staccato di  quattro punti, ospitando il derelitto Siena, farà il possibile per rimettersi in gioco, puntando anche sulle disgrazie altrui ( Lazio ed Inter soprattutto) .

Zona Centro: nulla di particolare                                                                                                
Parma-Atalanta e Chievo-Cagliari si presentano come incontri nei quali tutte le squadre contano di a  fare punti per una salvezza matematica anticipata,  nonostante la classifica di tutt'e quattro, al momento,  non  appaia essere in affanno. Ma più presto ci si mette al sicuro è meglio è.

Zona Salvezza giornata pro Genoa ma...                                                                                 
Detto del Palermo, disperatamente a Torino contro la capolista in odore di scudetto,  il Genoa ha l'opportunità, davanti al pubblico amico,  per conquistare tre punti preziosi contro un Pescara,  che in tal caso sarebbe matematicamente retrocesso,  con importante allungo della compagine di Ballardini,  con contestuale battuta d'arresto dei palermitani e magari anche del Siena che a Catania non avrà vita facile.   Queste le previsioni, sulla carta,  ma, occhio alla disperazione che, a volte, diventa una spinta speciale in più perché, d'ora in avanti,  ogni punto conquistato o perso vale il doppio.
     
 
  

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]