Mercoledì, 12 Giugno 2013 16:34

Problemi col fisco per Messi. Avrebbe evaso 4 milioni all'erario spagnolo

Scritto da

Nel mirino i diritti di immagine. Il fantasista su Facebook: "Sono sorpreso"

BARCELLONA – Messi accusato di frode fiscale. E' quanto trapela dalle sede catalana della Fiscalia. Tre i delitti i fiscali che sarebbero stati commessi dal fuoriclasse argentino ai dannio dell'erario. Circa 4 milioni di euro la somma che sarebbe stata omessa nella dichiarazione dei redditi, che in Spagna si chiama IRPF. Le frodi fiscali risalirebbero agli anni 2007, 2008 e 2009.

L'accusa secondo quanto riporta la stampa iberica sarebbe rivolta anche contro il padre del fantasista argentino classe 1987, Jorge Horacio Messi, anch'esso coinvolto nella frode ai danni dello stato iberico. In particolare sarebbero i diritti di immagine, molto sostanziosi, ad essere finiti fuori dalle maglie del fisco iberico. Oltre alle possibili implicazioni per quanto riguarda i risvolti civili e penali, si potrebbero aggiungere anche quelli di immagine del calciatore. Una situazione aggravata dalla grave crisi economica che sta affliggendo la Spagna.
Secondo la Fiscalia, il tribunale dei delitti econonomici, infatti, “la pulce”, in collaborazione di suo padre, avrebbe architettato uno stratagemma per evadere parte dei compensi percepiti. In particolare i soldi sarebbero stati rintracciati in Uruguay, e più precisamente a Belice. Tutto grazie anche alla veicolo di alcune società inglesi e svizzere, che avrebbero permesso di realizzare la frode, aggirando le casse del fisco spagnolo.
Della denuncia firmata da Raquel Amado è stata ora sottoposta al giudice delle istruzioni di Gavà (Barcellona). Il fuoriclasse argentino, infatti, attualmente impegnato nelle partite con la propria nazionale, risiede ormai da anni a Gavà, non lontano da Barcellona.

“Abbiamo appreso dalla stampa le azione della Fiscalia spagnola. E' qualcosa che ci sorprende perchè non abbiamo commesso nessuna infrazione. Abbiamo sempre seguito tutti i nostri obblighi tributari seguendo i consigli de nostri consiglieri fiscali, che sono incaricati di chiarire questa situazione” è stata la dichiarazione rilasciata da Messi su Facebook.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Il laboratorio scientifico: il cuore pulsante in tempi di Coronavirus

Il laboratorio scientifico: il cuore pulsante in tempi di Coronavirus

Intervista a Giancarlo De Matthaeis, presidente di Labozeta Spa, insignito recentemente a Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Covid-19: ossigeno-ozono utile per prevenire il virus

Covid-19: ossigeno-ozono utile per prevenire il virus

Ce ne parla Massimo Artorige, Tecnologo Alimentare e Manager per la Salubrità degli ambienti

Rita Ricci - avatar Rita Ricci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]