Sabato, 22 Giugno 2013 16:00

Calcio. Confederations Cup. Stasera Italia-Brasile

Scritto da

SALVADOR (Brasile) - Questa sera, ore 21 italiane, Italia e Brasile si affronteranno nell'ultima sfida del girone A valida per la Confederation Cup.

CLIMA CALDO - Che faceva caldo in Brasile lo si sapeva, ma questa volta non ha nulla a che vedere con le condizioni climatiche. A surriscaldare gli animi dei brasiliani, non sono le gesta atletiche dei propri beniamini in campo ma le politiche del proprio Governo. Secondo il popolo sceso in piazza, al centro della protesta ci sarebbe la cattiva gestione economica dell'Amministrazione brasiliana, volta più a curare e a supportare l'organizzazione che porterà al mondiale di calcio del prossimo anno, e a questa Confederation, piuttosto che  a ripartire meglio il bilancio e le spese dello Stato puntando su quelle che sono le attuali esigenge sociali e strutturali della popolazione brasiliana: servizi sociali, scuole, lavoro. Ma il calcio in Brasile, come nel resto del mondo, ha priorità su tutto, questione di soldi, appunto.

INVERSIONE DI ROTTA - Una volta si diceva che l'Italia era una squadra sparagnina, votata più a difendere che ad attaccare. E, vicevera, del Brasile si raccontava di una Nazionale tutta offensiva che pensava poco alla fase difensiva. Praticamente, tutto il contrario di questo girone A. Se si vanno ad analizzare i numeri di queste due prime partite, per gli azzurri di Prandelli si contano 6 reti all'attivo e ben 4 al passivo. Per i verdeoro brasiliani, si annoverano 5 reti fatte e zero subite. A questo punto, è lecito chiedersi, più di altre volte, che partita sarà quella di stasera. E' vero che, per quanto sia importante questa manifestazione internazionale, non si potranno certo vedere i 22 in campo dannarsi l'anima come faranno certamente tra un anno, sempre qui in Brasile, per l'appuntamento più importante per la vita di un calciatore: il mondiale, appunto.

SENZA PIRLO - Ma qualche indicazione interessante verrà pur fuori da questo match. Peccato che Cesare Prandelli dovrà rinunciare al suo faro di centrocampo. Andrea Pirlo, infatti, questa sera non sarà in campo per squalifica. Mancherà anche De Rossi a causa di un problema muscolare. L'assenza di Pirlo sarà senz'altro utile per capire quale futuro avremo senza il nostro regista, chi sarà in grado di raccoglire una così importante eredità. Per il momento, il sostituto naturale Verratti, non è in rosa perchè reduce dall'Europeo Under 21.

Intanto, contro la Seleçao, Montolivo dovrebbe essere il perno del centrocampo, con Aquilani e Marchisio a supporto. La difesa a quattro con Abate e De Sciglio sugli esterni mentre al centro dovrebbero agire Bonucci e Chiellini. In avanti, Balotelli sarà coadiuvato dagli inserimenti dagli esterni di Diamanti e Candreva, pronti ad accentrarsi dal lato opposto al loro piede preferito.

Da parte sua, Scolari, dovrà fare a meno dell'uomo di mercato Paulinho, ma potrà ancora contare sul fenomeno Neymar e sulla forza di Hulk.

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]