Mercoledì, 16 Aprile 2014 18:52

Calcio. Noia e poca qualità, ma c'è ancora speranza

Scritto da

ROMA - A cinque giornate dalla fine del campionato, la serie A italiana non ha più nulla da chiedere. 

SOLO NOIA - I verdetti sono oramai scritti da troppo tempo e solo qualche virtuoso addetto ai lavori cerca di inventare rimonte memorabili. I distacchi sono dati certi, inesorabili: 8 punti tra la capolista Juve e l’arrembante Roma; 12 punti tra quest’ultima e il Napoli, terzo e ultima squadra ad occupare il posto per la prossima Champions; altri 9 punti tra il terzo e il quarto posto, quello occupata dalla Fiorentina. Insomma, distacchi notevoli con posizioni ben determinate anche se in palio ci sono ancora 15 punti. Lo scudetto, a meno di eventi catastrofici, è appannaggio bianconero, con i giallorossi e i partenopei sicuri in Champions League. Altrettanto sicure, o quasi, le tre squadre che disputeranno la prossima Europa League: Fiorentina (certa, visto anche la finale di Coppa Italia da disputare contro il Napoli), l’Inter (53 pt) e il Parma (51 pt). Solo per quest’ultime due, il cammino potrebbe essere più insidioso, fatto di scontri diretti (il prossimo turno di sabato 19 aprile vede proprio lo scontro tra Parma e Inter) e partite velenose, intrecci con le prime della classe e quelle per la lotta salvezza.

 

UN PO' DI CURIOSITA' - Proprio questa, la coda del nostro campionato, è quella che susciterà più interesse visto che al penultimo e al terzultimo posto ci sono rispettivamente Sassuolo e Livorno appaiate a 25 punti. Ultimo il Catania a 20, ormai privo di ogni forza e fantasia di rinascita. Sulla graticola rimangono, ai margini della retrocessione, Bologna, Chievo e Cagliari che dovranno affrontare queste cinque giornate con la lama tra i denti se vorranno giocare anche il prossimo anno nella massima serie.

POCO INTERESSE, BISOGNERA' CAMBIARE - Un campionato, quindi, non proprio esaltante, che ha visto società blasonate del calibro di Milan e Inter, lottare nel guado della classifica. Al momento la migliore è la neonata di Thohir che ambisce a un posticino in EL, un po’ poco visto che solo pochi anni fa era al vertice del mondo. Per non parlare dei rossoneri che rischiano, e ormai la fine è veramente vicino, un’annata tragica, desolante e da archiviare il più in fretta possibile.

Per vedere qualcosa di più accattivante e che faccia valer la pena di acquistare un biglietto per andare allo stadio, ci sarà bisogno di una vera e propria rivoluzione nel calcio italiano. Maggior rivalutazione dei vivai, politiche d’investimento programmatiche e giudizio nelle spese. E mettere soprattutto un freno all’acquisto dello straniero a tutti i costi pagandolo più di quello che realmente vale.

SPERANZE AZZURRE - A proposito, tra poco si disputeranno i mondiali di calcio in Brasile e, sbirciando un po’ tra le statistiche, si scopre che proprio due calciatori italiani, sono al vertice di due classifiche: uno è Ciro Immobile, centravanti del Torino a 19 reti, quindi capocannoniere; l’altro, Antonio Cassano, vero assistman, con ben 60 suggerimenti da gol. Una coppia niente male. Meditate gente… meditate. 

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]