Giovedì, 02 Dicembre 2010 16:02

Basket Nba. Thunder vs Nets 3 Overtime, i Lakers perdono anche a Houston

Scritto da

Botti di 1° Dicembre: i Lakers perdono pure a Houston e la striscia negativa si allunga a 4L. Kobe all’uscita dal campo non sembra felice.

Ad Est i Magic asfaltano i Bulls del rientrante Boozer; mentre Oklahoma priva di Durant ha bisogno di 3 supplementari per riuscire a vincere sul campo dei coriacei Nets.


Boston Celtics - Portland Blazers 99-95 5°W consecutiva per i Celtics, che tra le mura amiche si liberano con qualche affanno di troppo dei Blazers. Portland avanti nel primo quarto di 6 sprofonda di 16 nei 5 minuti finali. Servirà a poco un parziale di 15-0 a fil di serena, o un Matthews (23 punti) ispirato. Boston gestisce e chiude la pratica con una tripla di Allen. Mvp è Pierce con 28 punti e 7 rimbalzi, ottimo anche Davis dalla panca con 16 punti in 28 minuti.


Miami Heat - Detroit Pistons 97-72 No contest. I 3 di Miami gestiscono una partita facile e senza patemi, Detroit oppone la minima resistenza. 16 punti a testa per Wade e Bosh, 18 per Lebron, e si vola in direzione di Cleveland. Per alcuni la partita dell’anno. Lebron torna dai sui ex tifosi.


LA Lakers 99 - Houston 109 I Lakers non sanno più vincere, 4L in serie, e Houston ne approfitta probabilmente giocando la miglior partita della stagione. Gasol sembra aver bisogno di un cambio, Kobe si ostina a voler risolvere ogni problema in solitaria (27 punti), Odom è il più concentrato e pratico con 25 punti e 11 rimbalzi. Dall’altra sponda è Battier (17 punti) l’eroe di Houston con 4 triple, ed una difesa su Kobe a tratti perfetta. Al suo fianco un Martin da 22 punti e 4 assist.  


Chicago Bulls - Orlando Magic 78-107 Orlando asfalta Chicago. Bulls che non sanno aggredire il portatore di palla Magic, e permettono ogni cosa alla transizione avversaria. Howard domina sotto i tabelloni, e attorno a lui Pietrus, Carter (22 punti) e Nelson (24 punti, 9 assist) fanno il resto. Rientrato Boozer (5 punti) che però appare molto indietro di condizione. Rose non in serata (per lui 15 punti con 5/13 dal campo).


Dallas Mavericks - Minnesota Timberwolves 100-86 in scioltezza Dallas in casa, 50 rimbalzi, 21 assist, 5 uomini in doppia cifra, guidati dalla panca con Marion (16 punti e 8 rimbalzi) e Barea (14 punti). Nei primi due quarti match già indirizzato verso Dirk & co. I Wolves sono poca cosa, se si escludono Love (12+15) e Beasley (16 punti).


NJ Nets - Oklahoma Thunder 120-123 A New Jersey senza Durant, i Thunder hanno bisogno di 3 OT per portarsi via una preziosa W. Stratosferico Westbrook con 38 punti, 15 rimbalzi e 9 assist, coadiuvato da un Green (37 punti) letale dalla lunga distanza. Le prestazioni da applausi di Farmar (28 punti +11 rimbalzi), e di Lopez (28 punti) hanno una valenza minima visto il risultato conclusivo. E’ brutto perdere una partita del genere, dopo aver giocato un quarto periodo (31-22) colossale dal punto di vista offensivo.


Toronto Raptors - Washington Wizards 127-108 Raptors in ripresa vedendo le ultime settimane. Wizards sconfitti con facilità grazie al duo DeRozan (20 punti) Bargnani (18 punti), ma nel complesso è stato tutto il roster, compresa la panchina, ha funzionare, attacco e circolazione della palla in primis. Per John Wall, di ritorno, 19 punti e 8 assist. Nell’ombra più assoluta gli altri Wizards (eccetto McGee).


Denver Nuggets - Milwaukee Bucks 105-94 Denver senza pietà. Terzo e quarto periodo stellari, con JR Smith (20 punti) e Nenè grandi protagonisti (24 punti +9 rimbalzi) nella transizione dei Nuggets. Rimbalzi che ruotano la contesa a favore di Denver, e i Bucks non possono far altro che piegarsi, ad una sconfitta inevitabile. Unico sopra i 20 per Milwaukee è Salmons con 21 punti e 7/15 dal campo. Bogut ancora out.


LA Clippers - San Antonio Spurs 90-85 L’altra faccia di LA ferma la cavalcata che pareva inarrestabile degli Spurs. Prima o poi doveva accadere, ed è successo nella terra di Griffin. Il rookie sta giocando in maniera divina e anche contro la difesa di Pop i numeri fanno impressione: parliamo di 31 punti e 13 rimbalzi in faccia a Duncan, non certo l’ultimo arrivato. Completa l’opera Eric Gordon con 21 punti e 6 rimbalzi.

Altre partite della notte: Atlanta per 112-109 si libera dei rognosi Grizzlies. L’Mvp della partita è Horford con 20 punti, 6 rimbalzi e 6 assist. Nel frattempo New Orleans riprende il suo cammino e batte Charlotte con un secco 89-73. Sugli scudi CP3 (9 punti 14 assist) e David West (22 punti). Spento Belinelli. Chiudiamo infine con la 7° W in striscia dei Jazz. 110-88 ai danni di Indiana, che dopo le recenti imprese deve arrendersi di fronte allo strapotere tecnico-visivo di un Deron Williams (24 punti, 16 assist) formato Mvp.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]