Sabato, 03 Marzo 2012 18:46

Calcio. La 26^ di serieA è all'insegna del derby capitolino

Scritto da

ROMA - La legge del derby sancisce che, almeno di solito, vince chi è più indietro in classifica o il meno favorito.

La sensazione è che sarà ancora una volta molto difficile azzeccare un pronostico tra Roma e Lazio.

Roma. È vero che i biancocelesti sono davanti ai giallorossi (Lazio 45, Roma 38) ma la squadra di Luis Enrique è capace di prestazioni straordinarie come quella offerta contro l'Inter.

L'incognita viene proprio da questo andamento della Roma che a volta appare schizofrenico, fatto di alti e bassi. Il tecnico catalano dovrà fare i conti con l'assenza importante a centrocampo di Gago, mentre in avanti c'è il ballottaggio Lamela-Bojan con l'argentino in leggero vantaggio. La personalità dei giallorossi sarà molto importante per l'approccio alla gara e probabilmente sarà ancora una volta rappresentata dai veterani e simbolo della Roma: Totti e De Rossi e con Perrotta che presumibilmente sarà il vice-Gago.

Lazio. La Lazio vede invece questo derby dalla piacevole posizione del terzo posto, che gli garantirebbe di entrare in Champions. Ma la strada è lunga e piena di difficoltà. A cominciare appunto dalla sfida di domani alle 15.

Reja dovrà imbrigliare il gioco della Roma impedendogli di esercitare quel fastidiosissimo possesso palla. Non sarà facile visto che non potrà contare su ben otto giocatori. In difesa si affiderà, verosimilmente, a Scaloni e a Garrido. Sarà dura senza Lulic, Radu e Konko ma il tecnico biancoceleste è ormai abituato a queste assenze. Molto sarà nelle mani, pardon, nei piedi di Klose. Reja vuole dai suoi una prestazione superba, come quella dell'andata che ha fruttato il 2-1. Saranno tre punti fondamentali perché, come lui stesso ha dichiarato, la Roma costituisce un avversario temibile in chiave zona Champions.

Quindi tutto, o quasi, è pronto all'Olimpico di Roma dove domani la capitale sarà divisa in due. La speranza è quella di vivere solo un grande e affascinante spettacolo, senza ricorrere a raccontare squallidi fatti di cronaca (non sportiva), perché, non lo dimentichiamo, sempre di un gioco stiamo parlando.

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]