Menu
Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

ROMA - Ogni anno torna la stessa domanda, qualcuno la...

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Con l’avvento del jobs act gli impiegati, le segretarie, i...

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Improvvisamente un autobus parcheggia nella piazza principale (e pedonale) di...

Fermiamo i signori della guerra

Fermiamo i signori della guerra

Trovo vergognosa l’indifferenza con cui noi assistiamo a una ‘guerra...

Gelato Festival Europa  parte alla conquista dell'Europa

Gelato Festival Europa parte alla conquista dell'Europa

Compie otto anni la prima manifestazione itinerante del gelato artigianale...

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

PYONGYANG - Un sito ufficiale nordcoreano ha avvertito gli Stati...

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

PARIGI - I risultati definitivi del primo turno delle presidenziali...

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

ROMA – “Uno nessuno centomila” è l’ultimo romanzo di Luigi...

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

ROMA - Il rispetto e la promozione dei diritti umani...

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

PARIGI - Urne aperte per 47 milioni di cittadini francesi,...

Prev Next

Sci. Innerhofer "vola" sul podio: 2° in super-G a Kitzbühel

Sci. Innerhofer "vola" sul podio: 2° in super-G a Kitzbühel

ROMA - Un secondo posto per Christof Innerhofer che ha il sapore della vittoria.

Perché arriva dopo un periodo difficile, l’infortunio, e perché a 32 anni arrivare secondi sulla mitica Sterif di Kitzbühel non è da tutti. "Dolore al ginocchio e tristezza nel cuore" si leggeva nel suo sito personale, ma l’urlo liberatorio all’arrivo, racchiude tutti questi bei sentimenti che servono a spazzare via un momento di crisi. "Crederci sempre", come lui stesso afferma, perché “dopo tanti sacrifici, i risultati arrivano, non bisogna arrendersi mai!

E pensare che dopo 10 secondi di gara, Christof ha fatto un numero da circo volando su una sola gamba, riuscendo a rimettere lo sci interno giusto in tempo per condurre la curva. Un esercizio di alta scuola che appartiene solo a grandi impavidi campioni. Perché tali bisogna essere per lanciarsi su questa terribile discesa che viene definita il Tempio dello sci. Chi vince qui a Kitz può vivere di gloria per molti anni. E Innerhofer, anche questa volta, ha dimostrato di stare tra i grandi.

E, anche se per poco, ha ammutolito lo straordinario pubblico austriaco, prima impaurito ma poi accontentato dal primo posto dell’atleta di casa, Matthias Mayer. Un Mayer favoloso che a metà gara, dopo circa 50 secondi, era dietro all’azzurro di 4 centesimi e che all’arrivo, poi, diventavano 9, ma questa volta di vantaggio su Innerhofer. Gara incredibile e sempre piena di emozioni. Un super-G tiratissimo e super veloce, con punte fino a 140 km/h.

Le emozioni non finiscono qui e domani si replica sulla Streif con la discesa libera, gara ancora più emozionante. E chissà se l’entusiasmo del podio di Innerhofer possa portare ancora più entusiasmo nella squadra azzurra che oggi ha visto Dominik Paris giungere 6° e Peter Fill 7°.

Vedere per credere e, come ovvio che sia a Kitzbühel, non si scende giù per la Sreif se il cuore non si getta oltre l’ostacolo!

 

 

 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208