Redazione

Redazione

FIRENZE - Approda per la prima volta al Teatro Verdi di Firenze un progetto dalla ricchissima varietà di espressioni musicali. Il trombettista Paolo Fresu, il fisarmonicista Richard Galliano e il pianista Jan Lundgren daranno vita sabato 9 maggio a Mare Nostrum, un concerto – già sfociato in un album e  con altri due dedicati di prossima pubblicazione – che accomuna sul palco tre stili e mondi geografici differenti che si incontrano per dare vita a nuove ed intriganti sonorità.

Martedì, 05 Maggio 2015 17:27

Ogni giorno nel mondo muoiono 17mila bambini

ROMA  - Non è soltanto il paese di nascita a fare la differenza tra la vita e la morte per milioni di bambini nel mondo. Secondo i dati del rapporto di Save the Children sulla salute materna e infantile nelle grandi città del mondo, in via di sviluppo ma spesso anche in quello occidentale, il rischio di morte sotto i cinque anni dei bambini più poveri è almeno doppio, ma talvolta cinque volte maggiore, rispetto a quello dei concittadini più ricchi, con il risultato che ogni giorno 17mila bimbi muoiono prima del quinto compleanno. Il rapporto giunto alla sedicesima edizione ha stilato la classifica dei paesi in cui è meglio essere mamme esaminando una serie di parametri, dalla mortalità infantile a quella materna alla possibilità di istruzione per le mamme fino alla presenza di donne in politica. La classifica del 'mother's index' è dominata dal nord Europa, con la Norvegia al primo posto seguita da Finlandia, Islanda, Danimarca e Svezia. L'Italia è al dodicesimo posto, mentre molto peggio fanno Francia, ventitreesima, e Usa, al posto numero 33 e con la peggiore performance dei paesi occidentali. 

In fondo ci sono invece appaiati Haiti e Sierra Leone. ''In due terzi dei 36 paesi in via di sviluppo tra i 179 totali considerati - si legge nel rapporto - i bambini più poveri che vivono in città hanno almeno il doppio della probabilità di morire prima dei cinque anni rispetto alle loro controparti ricche''. La disparità, segnala l'Ong, riguarda anche le grandi capitali occidentali. Washington ad esempio ha il primato di mortalità infantile delle 24 città più grandi del mondo, con 7,9 ogni mille nati, più di quattro volte quelli di Oslo, e in generale gli Usa fanno registrare un tasso di mortalità infantile molto superiore a quello di paesi molto più poveri, come la ielorussia. Già oggi, stima il rapporto, il 54% della popolazione mondiale vive nelle città, e la percentuale è in forte aumento. ''L'Oms stima che quasi un miliardo di persone vive in slum e baraccopoli, lungo la strada, sotto i ponti o vicino ai binari dei treni - scrive Margaret Chen, segretario generale dell'Oms, nella prefazione -. La vita in queste circostanze è caotica e pericolosa, e le comunità spesso non hanno neanche i servizi minimi''.

PARMA - Martedì 19 marzo dalle ore 19.00, Fogg - art photo gallery concede i suoi spazi agli ospiti di un appuntamento esclusivo ed innovativo, l’evento Grand Tour - viaggio polisensoriale a Parma.

Martedì, 05 Maggio 2015 16:20

Siria. Il girone infernale dei barili bomba

Popolazione costretta a vivere sottoterra

ROMA - Alla vigilia del convegno nazionale del 6 maggio a Milano “Recuperiamo il terreno”, che tratterà delle politiche e delle azioni per un uso sostenibile del suolo.

SIDNEY - Un violento terremoto, magnitudo 7.4 ha colpito la Papua New Guinea questa mattina.

PARIGI - Lo storico leader del Front National, Jean-Marie Le Pen, è stato sospeso dal partito.

Dichiarazione di Glasgow: finalmente è possibile leggerla e firmarla online anche in italiano. La Federazione Alzheimer Italia ha tradotto in italiano e inserito sul suo sito la Dichiarazione di Glasgow www.alzheimer.it/ glasgow.html

ROMA - Che cosa accade quando un aspirante attore finisce a fare l'assistente di una casting director spietata, cinica e senza peli sulla lingua? Avrete dieci puntate per scoprirlo con Cast Away la nuova (web) serie prodotta da Toed Film (di Matteo Patruno e Guido Servino), insieme a Wobinda Produzioni (di Massimiliano Girvasi e Lapo Tanelli), diretta da Alessio De Leonardis con protagonisti Lucia Ocone, Gianluca D'Ercole e Nino Frassica. Presentata in una preview esclusiva alla stampa il 4 maggio nella Sala ANICA, in viale Regina Margherita a Roma, insieme al cast, al regista e alla produzione.

ROMA - Domani, giorno dello sciopero generale nazionale dei lavoratori della scuola contro la riforma, gli studenti saranno a fianco dei sindacati nelle manifestazioni che si terranno in tutta Italia.

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]