Paolo Natale

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

ROMA - La Roma blocca il Manchester City sull' 1-1 e si porta al secondo posto a 4 punti, dietro al Bayern Monaco.

 

ROMA - La Samp vince il derby e sale al terzo posto mentre Roma e Juve non mollano un punto, vincono entrambe e rimangono appaiate in vetta alla classifica.

ROMA - Oggi il capitano della Roma festeggia i suoi 38 anni, autentica leggenda giallorossa.

ROMA - Il posticipo della 4^ di campionato termina con la vittoria dell'Udinese per 1-0 in casa della Lazio.

 

ROMA - Una vittoria a testa per Juventus e Roma che condividono il primo posto in classifica a punteggio pieno: 4 gare, 4 vittorie 12 punti.


 Come l'anno scorso, bianconeri e giallorossi si contendono il primo posto lasciando alle loro spalle un vuoto che per il momento è di 4 punti. Al terzo posto troviamo l'Inter, ieri vincitrice per 2-0 contro l'Atalanta, la Sampdoria (2-1 sul Chievo) e il Verona (rocambolesco 2-2 con il Genoa).

CONFRONTO JUVE-ROMA - La squadra di Allegri passeggia contro il Cesena e  sotto gli occhi del pubblico di casa regala una prestazione da prima della classe rifilando un netto 3-0 ai romagnoli. In grande spolvero Vidal, autore di una doppietta e sigillo nel finale di Lichtsteiner. Tutto fila liscio, anzi, meglio del ruolino di marcia della Juve di Conte dello scorso anno che dopo 4 giornate faceva registrare solo 8 punti, con due vittorie e due pareggi. 

La Roma invece è perfettamente in linea con l'andamento dello scorso anno, con lo stesso punteggio (pieno) in classifica dopo le prime 4 giornate. Ieri, però, c'è voluta una punizione super di Pjanic per battere il Parma che, dopo il vantaggio giallorosso di Ljajic, aveva trovato il gol del pareggio di De Ceglie. Pareggio che durava fino all'88° minuto quando il ventiquattrenne bosniaco trovava l'angolo giusto su calcio piazzato che valeva il 2-1 finale.

LE INSEGUITRICI - L'Inter sale in classifica grazie al successo casalingo contro l'Atalanta che per quattro anni è stata la bestia nera della Beneamata. Inerazzurri sorridono con lo splendido gol in semirovesciata di Osvaldo (subentrato all'infortunato Icardi) e per la grande punizione calciata dal "profeta" Hernanes che chiude la gara sul 2-0. Bene la difesa interista che in 4 gare ha subito un solo gol (quello con il Palermo) e bene anche il reparto offensivo che sale a 10 reti realizzate.  In compagnia della squadra di Mazzarri troviamo in classifica anche Sampdoria e Verona. La prima ieri è arrivata alla vittoria grazie ad un gol sul finale del primo tempo di Guastaldello e uno all'80' di Romagnoli. Non è valso a niente il gol di Paoloschi all'ultimo minuto se non per la bandiera. Il Verona, invece, recupera un risultato che lo vedeva fortemente penalizzato. Sotto di due gol (doppietta di Matri), riesce ad acciuffare un pareggio con il Genoa grazie ai gol di Tachtsidis e Ionita.

NAPOLI, E' QUASI CRISI - Se non è crisi, quasi ci manca. Ancora un passo falso per Benitez e i suoi uomini. Ieri un altro pareggio, in casa, contro il Palermo. Gli azzurri riescono a segnare tre reti ma ne prendono altrettanti. Qualcosa non va, ovviamente, soprattutto nella fase difensiva che forse il tecnico spagnolo proprio non riesce a far girare a dovere. L'anno scorso, alla 4^ giornata, era a punteggio pieno con quattro vittorie. Campagna acquisti da rivedere? Forse.

IL POSTICIPO LAZIO-UDINESE - Questa sera all'Olimpico di Roma si gioca l'ultima partita della 4^ giornata. I biancocelesti sono chiamati a riscattare un inizio di campionato che non si addice alle premesse paventate nel precampionato. Una sola vittoria e due sconfitte per soli 3 punti in classifica. Stasera si rivedranno dal primo minuto Marchetti e Ledesma mentre in avanti ancora panchina per Klose, con Djordevjc terminale offensivo. L'Udinese di Stramaccioni (due vittorie e una sconfitta) si presenterà con Muriel preferito a Di Natale, pronto ad entrare se le cose si dovessero mettere male.

 

 

 

ROMA - Questa sera la 4^ giornata del campionato di Seie A si aprirà con l'anticipo Empoli-Milan. Domani sera tutte le altre e a chiudere giovedì sera il posticipo Lazio-Udinese. 


Il nuovo Milan firmato Pippo Inzaghi è chiamato al riscatto dopo la debacle di sabato scorso contro i campioni in carica della Juventus. Per i rossoneri due vittorie in attivo e, appunto, una sconfitta al passivo, per un totale di 6 punti che al momento le consegnano il 4° posto in classifica. L'Empoli è invece reduce dal suo primo pareggio e quindi primo punto in classifica, ottenuto domenica contro il Cesena a seguito di una partita esaltante che ha visto i toscani sotto di due reti ma capaci di rimontare un risultato che li vedeva già spacciati. Al momento la squadra allenata da Maurizio Sarri è rilegata al penultimo posto della classifica e vedremo se questa sera sarà in grado di mettere in difficoltà il Milan alle prese con qualche dubbio legato soprattutto in attacco dove dovrebbe giocare dal primo minuto "El Niño" Fernando Torres. Con lo spagnolo dovrebbe debuttare anche il giovane centrocampista olandese Van Ginkel. 

Domani sera sarà invece sfida a distanza tra Juventus e Roma. I bianconeri giocheranno in casa contro il Cesena mentre i giallorossi saranno impegnati al Tardini contro il Parma. Il Verona, al momento terzo in classifica con 7 punti alle spalle del duo Juve-Roma, ospiterà il Genoa. Il Napoli, dopo la sconfitta di Udine, cercherà di rifiatare contro il Palermo che domenica ha fermato l'Inter di Mazzarri. Quest'ultima invece giocherà a Milano contro l'Atalanta di Colantuono, vero osso duro ma reduce da una sconfitta patita domenica contro la Fiorentina. I toscani, senza Mario Gomez ma con Babacar, saranno chiamati a produrre continuità di risultato contro il Sassuolo. Cagliari Torino, entrambe ultime a un punto, si scontreranno tra di loro mentre la Sampdoria affronterà in casa il Chievo

 

Domenica, 21 Settembre 2014 19:05

Vela. America's Cup. Foiling e la vela del futuro

ROMA - Work in progress per la prossima 35^ America’s Cup.

 

ROMA - A conclusione della tre giorni di coppe in Europa, tra Champions League ed Europa League, il bilancio delle italiane non può che essere positivo.


 CHAMPIONS - La Juventus conquista i primi tre punti nel girone battendo gli svedesi del Malmo FF per 2-0, ritrovando la sua stella, l'Apache Tevez, autore di una splendida doppietta, molto incoraggiante per il prosieguo bianconero in Europa. Sicuramente meglio nel secondo tempo, gli uomini di Allegri sono riusciti a trovare i giusti movimenti per sbloccare il risultato e per portare a casa la prima vittoria in assoluta sicurezza, esprimendo anche un calcio convincente.

Forse, nell'altro incontro, ancora meglio la Roma. All'Olimpico, contro i russi del CSKA di Mosca, i giallorossi si sono imposti per 5-1, travolgendo letteralmente l'avversario apparso abbastanza inconsistente per un torneo così competitivo. Bene e male per Iturbe. Il neo attaccante romanista, apre infatti le marcature ma è costretto a lasciare il campo per infortunio. Devastante, il solito Gervinho, autore di una doppietta e sempre più punto di forza e di riferimento della squadra di Garcia.

EUROPA LEAGUE - Il bilancio positivo delle italiane si completa anche nella competizione europea minore. Vince l'Inter a Kiev contro gli ucraini del Dnipro per 1-0, grazie a D'Ambrosio (secondo gol per lui dopo quello realizzato nel match preliminare contro gli islandesi dello Stjarnan). Partita non esaltante per gli uomini di Mazzarri che con il minimo sforzo portano a casa tre punti imporoantissimi per il cammino europeo. 

IL Napoli,  impegnato al San Paolo contro lo Sparta Praga, riscatta l'eliminazione nei playoff di Champions con un convincente 3-1. Apre le marcature Higuain su rigore e perfeziona la vittoria Mertens, ispirato, con una doppietta. Benitez può finalmente respirare.

Vince anche la Fiorentina che supera i bretoni del Guingamp per 3-0. A segno con Vargas, Quadrado e il giovane U21 Bernardeschi, al suo primo sigillo in maglia viola. Finalmente una vittoria per gli uomini di Montella dopo l'avvio incerto in campionato (un solo punto in due gare).

Unico pareggio è quello realizzato dal Torino. I granata si fermano sullo 0-0 contro i belgi del Bruges ma per gli uomini di Ventura è un punto da bicchiere mezzo pieno.

 

 

TORINO - Questa sera lle 20:45, la Juventus affronterà la prima gara di Champions contro gli svedesi del Malmö: vietato sbagliare.

MILANO - Passano i playoff di Europa League sia l'Inter che il Toro. Oggi l'urna per i gironi.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]