ROMA - Grillo arriva a Roma. Non si sa quando,<non si sa dove, come i clandestini contro i quali ha lanciato i suoi strali, come la Lega, peggio della Lega.

Published in Il punto

ROMA - Se qualcuno nutrisse ancora qualche dubbio sull'esatta natura degli orientamenti politici del duo Grillo Casaleggio, a costui dovrebbe bastare la sconfessione dell'operato dei senatori del Movimento 5Stelle che ieri in Commissione Giustizia hanno presentato gli emendamenti per l'abolizione del reato di clandestinità e se li sono visti approvare con il parere favorevole del governo.

Published in Il punto

ROMA - Uno spettacolo penoso, avvilente per gli stessi attori che ne sono protagonisti, i deputati grillini. Uno dopo l’altro illustrano ordini del giorno, monotonia al limite della noia.

Published in Il punto

Grillo sta perdendo la testa. Diventa sempre più un grillo furioso, capace solo di insultare, lanciare proclami. Le sue invenzioni mediatiche non fanno neppure sorridere. Sono solo un modo per nascondere la sua  pochezza, la sua incapacità a gestire un movimento con deputati e senatori che sempre più sentono di essere chiusi in una gabbia con le chiavi che sono in mano di Grillo e di  Casaleggio che lascia il lavoro sporco al comico, ex comico genovese. Ultimo episodio, clamoroso, oltre alle espulsioni di chi osa criticarlo, riguarda il divieto da lui posto  ai consiglieri comunali di Roma i quale erano intenzi9nati a indicare al sindaco Marino il nome di un possibile  assessore. Avevano ricevuto il voto della rete, ma Grillo è intervenuto dicendo che solo lui, la rete nazionale, aveva il potere di decidere. Non sappiamo se oltre a coloro che sono stati espulsi o si sono dimessi ci saranno altre purghe , se continuerà la fuoriuscita di deputati e senatori, cittadini. E non è un problema di diarie che i parlamentari devono restituire. Si tratta di un problema politico come dimostra la debacle subita dal M5S  nelle recenti elezioni amministrative . Anche i sondaggi, per quello che valgono, collocano il movimento intorno al 17%, dodici punti in meno rispetto a quanto registrato subito dopo le elezioni politiche.

Ogni settimana M5S nei sondaggi noerde circa l’1%

Ogni settimana i grillini perdono quasi l’uno per cento.  Ed ecco  il comico genovese tornare alle origini, quando faceva ridere davvero grandi platee, a partire da quelle delle feste dell’Unità che hanno portato nelle sue tasche somme considerevoli. L’ultima sua trovata fa proprio ridere. Non si può definire in altro modo. Ordina, questo è il tono, al Presidente  della Repubblica: “ Napolitano- dice- vada in televisione, in prima serata e parli alla nazione. Dica la verità sullo stato dell’economia, sulle misure che dovremo prendere, sui sacrifici enormi che ci aspettano. Imponga la cancellazione del Porcellum, contro cui alla Camera ha votato soltanto il M5S e un solo deputato del pdmenoelle.” Di seguito l’invito perentorio:” Sciolga il Parlamento. Questa agonia non può durare. Chiedo un incontro con Napolitano”. Come è noto, dovrebbe esserlo anche a Grillo che segue ora per ora,quasi minuto per minuto televisioni e radio, forse meno la carta stampata perché leggere  è una fatica, che il Presidente della Repubblica, un giorno sì e un altro pure, parla al Paese, dice “la verità”sulla crisi, si rivolge alle forze politiche, alle forze sociali, al governo, ai ministri, invia messaggi. Una cosa non può fare, sciogliere il Parlamento su ordine di un qualsiasi Grillo. Lo fanno i dittatori, che nel suo intimo il capo del M5S ammira tanto che considera solo dei cortigiani i parlamentari  della Repubblica italiana eletti del Movimento.  Deputati  e senatori che fanno parte di commissioni in cui si discutono le leggi, si affrontano i problemi economici e sociali, la situazione del Paese è ben nota. Ma loro, i “ cortigiani,” non possono parlare. E’ categoricamente proibito frequentare televisioni, radio, giornalisti.  E’ ridicolo, appunto, chiedere a Napolitano cose che fa ogni giorno. Ma non basta.

 

Minacce nei confronti dei politici e dei pennivendoli

 Cerca una immagine ad effetto e sul suo blog fa apparire un fotomontaggio della prima pagina del Corriere della Sera del luglio 1943 in cui venivano annunciatele dimissioni di Mussolini.  E nella finta pagina del Corriere fa annunciare “ Le dimissioni di Letta. Grillo Capo del Governo. Proclama di Napolitano”. La caduta di Letta paragonata a quella del fascismo e, di conseguenza Napolitano sarebbe colui che fino ad oggi ha sostenuto un regime fascista. Già che c’era definisce il premier “ nuovo Romolo Augustolo,l’ultimo insignificante imperatore romano”. Infine una minaccia nei confronti dei politici e dei giornalisti,  questi ultimi accusati di un “tiro al bersaglio da parte di tutti i media. “ Non vorrei –dice Grillo- essere nei panni di questi politici e questi pennivendoli quando il popolo italiano capirà di essere ingannato” Non contento: “ L’italiano viene descritto come brava gente, ma può diventare feroce, come dimostrato dalla storia anche recente”. Solo uno che perde la testa poteva scrivere queste cose. Che poteva fare Napolitano? La risposta non ha bisogno di commenti: “ Il Presidente non ha ricevuto nessuna richiesta di incontro nei modi necessari perché potesse prenderla inb considerazione”. Ma l’uscita i Grillo merita una osservazione. Si tratta di un pericolo che si aggira per l’Italia. Per questo le forze politiche, il Pd in primo luogo, inutile chiederlo a Berlusconi, non possono, non devono lasciare alcun spazio, fornire alcun alibi al comico genovese.

Published in Il punto
Domenica, 16 Giugno 2013 00:32

Nel gulag del grillismo

Sarà lunedì il giorno del “giudizio universale”  per il  M5S quando si dedcidera in merito alla espulsione della senatrice Adele Gambero come chiesto da grillo?

Published in Il punto
Venerdì, 07 Giugno 2013 18:22

Grillo perde i pezzi

ROMA - Grillo perde pezzi. Ormai è cosa risaputa che due esponenti del Movimento 5 Stelle, Alessandro Furnari e Vincenza Labriola, hanno voltato le spalle ai colleghi grillini per unirsi al Gruppo Misto. Insomma, il sogno di quel movimento che voleva cambiare il Paese inizia un po' a sgretolarsi, tant'è che le pulsioni contrastanti al suo interno si intensificano.

Published in Il punto
Mercoledì, 17 Aprile 2013 11:32

Se il Pd raccogliesse la sfida di Grillo

ROMA - Ora la palla è nelle mani del Pd. Può segnare il gol della vittoria o fare autorete.

Published in Il punto

ROMA - L’intento è nobile, l’iniziativa non altrettanto. Vediamo. Rifondazione comunista e Sinistra europea organizzano a Bologna un seminario dal titolo “Capire per rifondare il comunismo e la sinistra”. Una impresa non da poco, ma l’Utopia, il sogno serve anche a tirare avanti per chi è riuscito a distruggere una forza politica che aveva messo radici nel campo importante della sinistra non solo italiana.

Published in Il corsivo di Puck

ROMA - Tsunami Tour, il documentario di Chiara Burtolo e Gianluca Santoro prodotto dalla Todos Contentos y yo tambien e diretto da Francesco Giuseppe Raganato, racconta della campagna elettorale 2.0 che ha portato il Movimento 5 Stelle ad essere il secondo partito politico in Italia.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Sta andando in onda l’ennesima sceneggiata di Beppe Grillo. Il trasferimento coatto in località segreta (ma basta seguire i pullman per sapere dove vanno) dei suoi parlamentari rimette al centro della scena l’ex comico e il suo ispiratore. La tecnica di Grillo è furbissima.

Published in Il punto

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]