Mercoledì, 19 Gennaio 2011 10:55

Gli indignati scendono in piazza. Davanti al Quirinale per denunciare il degrado istituzionale

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA - C’è un’Italia diversa, indignata dal degrado in cui il presidente del Consiglio ha trascinato le istituzioni e l’immagine del Paese nel mondo.

Questo è il sentire che accomuna migliaia di cittadini indignati, ma non per questo rassegnati, che oggi, mercoledì 19 gennaio, hanno organizzato un presidio   a Roma davanti al Quirinale dalle ore 20. Iniziative analoghe si terranno anche  a Milano, Torino e Parig. Insomma è arrivato il momento di voltare pagina mobilitando le coscienze, perchè - dicono gli organizzatori - "dobbiamo rispetto innanzitutto tutto a noi stessi, alle cittadine e ai cittadini di questo Paese umiliato e offeso.Saliamo al Quirinale – precisano - nel momento in cui tutti sembrano aver paura di farlo. Per far sentire la voce di chi non ci sta e vuole che l’Italia sia al più presto restituita alla normalità di una grande democrazia occidentale; per far sentire la nostra solidarietà e la nostra vicinanza al presidente della Repubblica, l’unica istituzione,  in questo momento,  capace di rappresentare il Paese con dignità ed autorevolezza."


Per maggiori info
 www.indignati.org