Lunedì, 12 Maggio 2014 16:32

Teatro Ruzante. Responsabilità e resilienza. Un dialogo pedagogico a partire dalla neuroscienza

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

 

La capacità di reagire al dolore. Incontro aperto al pubblico sul tema della responsabilità educativa e della resilienza

PADOVA - Giovedì 15 maggio, alle ore 20.45, presso il Teatro Ruzante di Padova la Fondazione Patrizio Paoletti, in collaborazione con la Società Italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze, organizza l’incontro gratuito aperto al pubblico Responsabilità e resilienza. Un dialogo pedagogico a partire dalla neuroscienza. 

La serata sarà l’occasione per parlare di alcune delle più recenti e significative scoperte neuroscientifiche e della loro applicazione in campo educativo e psicologico. 

In particolare si affronterà il tema della resilienza, ovvero la capacità individuale di reagire a esperienze dolorose attraverso l’attivazione e il potenziamento dei fattori di protezione, di compenso e di recupero. Una capacità fondamentale per affrontare le difficoltà e le sfide imposte dalla crisi economico-sociale di questi ultimi anni.

A confrontarsi sul tema saranno il presidente della Fondazione, Patrizio Paoletti, la psicologa e psicoterapeuta Anna Oliverio Ferraris e il neuroscienziato di fama internazionale Alberto Oliverio. 

Muovendosi tra pedagogia e neuroscienza, i tre relatori dialogheranno sulle possibilità di contribuire responsabilmente alla crescita di una persona per sostenerla a ritrovare il proprio equilibrio sia a livello individuale, sia in ambito familiare, lavorativo e scolastico. 

L’incontro è inserito nel programma del Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica “Uno Sguardo da quale Mente? La Prospettiva Neuroetica” che si terrà a Padova, presso Palazzo del Bo, dal 14 al 16 maggio. 

FONDAZIONE PATRIZIO PAOLETTI

Nasce nel 2000 ad Assisi per volontà di Patrizio Paoletti che, sensibile alle tematiche dell’educazione e dello sviluppo, riunisce attorno a sé un gruppo di pedagogisti, psicologi, sociologi, oltre che imprenditori sensibili all’idea di educazione come atto comunicativo. Tra i progetti realizzati in questi 14 anni di attività, lo studio e lo sviluppo delle tecnologie interiori applicate all’infanzia, alle relazioni d’aiuto, ai contesti famigliari, scolastici e d’emergenza. Obiettivo della Fondazione è promuovere il benessere sociale e la crescita personale, attraverso due concetti fondamentali: l’educazione e la ricerca. Grazie all’educazione è infatti possibile produrre un innalzamento della qualità della vita dell’individuo, nell’interesse generale della società. Nel campo della ricerca invece, la Fondazione è attiva in ambito neuroscientifico e psicopedagogico, con particolare attenzione allo studio del funzionamento del processo di apprendimento.

www.fondazionepatriziopaoletti.org/

 

Padova - Teatro Ruzante

15 maggio 2014, ore 20.45

 

 

 

Last modified on Lunedì, 12 Maggio 2014 16:42

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]