Lunedì, 22 Settembre 2014 10:21

Social media. Dona il tuo profilo per dare voce a chi non ce l'ha

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

 

Al via la campagna “Dona il tuo profilo” di ActionAid, per raccontare le storie di diritti negati: Valentina è una giovane donna di 24 anni, vive a Torino, ed è una degli oltre 2,2 milioni di NEET del nostro Paese. Ormiya ha 10 anni e vive in Etiopia, dove il 63% della popolazione femminile non ha accesso all’istruzione. Con ActionAid, tutte e due hanno avuto l’opportunità di cambiare e di riprendersi i loro diritti.

Unisciti a RDS, Radio 105, Real Time, Dazebaonews.it, LaStampa.it e Today.it, media partner dell’iniziativa che hanno scelto di donare a Valentina e Ormiya il proprio profilo Facebook per un giorno.

www.actionaid.it/donailtuoprofilo, #donailtuoprofilo

ROMA - Dal 22 al 4 ottobre, con un semplice gesto del tutto gratuito, è possibile "donare" il proprio profilo social (Facebook o Twitter), condividendo  la storia di una delle beneficiarie che ActionAid sostiene con i suoi progetti in Italia e nel mondo. Collegandosi al sito Dona il tuo profilo si può scegliere di dare voce alle storie di Ormiya e di Valentina: due giovani donne che vengono da paesi diversi, l’Etiopia e l’Italia ma che a diverse latitudini geografiche hanno avuto la possibilità di rivendicare i loro diritti e di costruire il proprio futuro. Gli strumenti social rappresentano ormai un volano imprescindibile per condividere esperienze, sensazioni, storie con un pubblico vastissimo. Per questo ActionAid ha deciso di fare appello alla natura profondamente “democratica” di questo mezzo, per dare la possibilità a Valentina e Ormiya di affacciarsi nella grande piazza virtuale, per raccontare e testimoniare storie che altrimenti non avrebbero voce

Valentina ha 24 anni e vive a Torino. Non studia, non lavora e non è inserita in alcun percorso formativo. Fa parte di quella che le statistichedefiniscono la “NEET” generation (Not in Employement, Education or Training), una categoria che in Italia comprende oltre 2 milioni e 250 mila giovani in età compresa tra i 15 e i 29 anni, che hanno smesso di cercare un’occupazione e non stanno seguendo alcun percorso educativooformativo per acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro. Per motivare 32 giovani, ActionAid ha promosso e ideato a Torino il progetto “Lavoro di Squadra” che mira a far fronte a situazioni di esclusione sociale, sfiducia in se stessi, mancanza di motivazione e abulia. Con “Lavoro di squadra”, tra le situazioni personali e sociali più critiche, i giovani selezionati da ActionAid possono frequentare corsi di calcio e hip hop, allenandosi due volte alla settimana, mediante un lavoro di rete con istituzioni e organizzazioni del territorio. Via via che i giovani mostrano continuità nell'impegno, viene loro offerto un “allenamento motivazionale” per tradurre gli stimoli acquisiti attraverso la pratica sportiva e la danza in una progettualità positiva per la loro vita, che potrà concretizzarsi nella ripresa degli studi, nella ricerca del lavoro o in attività sul loro territorio. Anche in questa fase, la rete con organizzazioni e imprese del territorio ha un ruolo fondamentale. Frequentando il corso di danza Valentina ha trovato nuovi stimoli e riacquistato la motivazione a credere in se stessa e nel diritto di immaginare il proprio futuro.

L’altra storia che con “Dona il tuo profilo” si potrà condividere sui social è quella di Ormiya: una bambina di 10 anni, della comunità di Eggu, nel distretto di Kombolcha. In Etiopia, un paese colpito da siccità, carestie e con tassi di alfabetizzazione più bassi per le ragazzeche per i ragazzi in età compresa tra i 15 e i 24 anni (63% contro 47%),ActionAid lavora su più versanti, realizzando corsi di formazione su tecniche agricole, promuovendo l’introduzione di nuove coltivazioni e nuovi sistemi d’irrigazione. Uno dei 

problemi principali della comunità dove vive Ormiya è la difficoltà a reperire risorse idriche. Prima dell’intervento di ActionAid, le fonti d’acqua, nella maggior parte dei casi non protette, si trovavano per diverse comunità molto distanti dai centri abitati. Mentre gli uomini sono per lo più impegnati nei campi, questo costringeva donne e bambine a camminare dalle quattro alle sei ore per fare scorta d’acqua, rischiando di subire violenze o rapimenti durante il tragitto. Il tempo trascorso per andare a fare rifornimento, poi, era sottratto ad altre attività: di tipo produttivo per le donne e attività scolastiche per le bambine. In Etiopia, ActionAid sostiene il diritto all’istruzione e lavora con le comunità e le istituzioni perché bambine, ragazze e donne possano accrescere la fiducia nelle loro capacità e diventare protagoniste attive del cambiamento, partendo dalla consapevolezza dei loro diritti, tra cui il diritto all’istruzione. Oggi la comunità di Ormiya e le altre comunità dove ActionAid è presente può usufruire di una rete di sorgenti, pozzi, serbatoi, condutture, chioschi per la distribuzione di acqua. Con l’accesso all’acqua potabile si è registrato un miglioramento generale nelle condizioni di salute, il tasso d’iscrizione scolastica è aumentato, c’è stata una riduzione del rischio di violenze subite dalle donne, è aumentata la conoscenza delle persone sulla sanità personale e ambientale, le donne possono investire il loro tempo in attività produttive.

Media partner dell’iniziativa RDS, Radio 105, Real Time, LaStampa, Today.it, Dazebaonews.it, NewsTown che hanno scelto di donare a Valentina e Ormiya il proprio profilo Facebook per un giorno.

La campagna "Dona il tuo profilo", ideata dall'agenzia DLVBBDO per ActionAid è stata vincitrice di IAB Mixx 2013, la seconda edizione del premio dedicato alla comunicazione digitale in Italia, promosso da IAB Italia con il patrocinio dell'ADCI Art Directors Club Italiano e del Comune di Milano e sponsorizzato da FabbricaVirali e Bancomail.

A questo link è possibile scaricare le foto di Valentina e Ormiya

Per informazioni, richiesta materiali e interviste 

Ufficio Relazioni Pubbliche ActionAid Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Francesca Landi, Head of Public Relations Tel. 06 45200526 – Cell. 3355478571 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Tonia Esposito, Responsabile Relazioni Media Tel 06 45200526 – Cell.3497603724 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Barbara Antonelli, Information Officer Tel. 06 45200526 – Cell. 3385706446 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Francesca De Santis, Local Media Relations Tel 06 45200-530 – Cell. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 22 Settembre 2014 19:35

bianco.png