Martedì, 16 Dicembre 2014 16:56

Olimpiadi 2024, candidatura di Roma e dell’Italia

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Legambiente: “Solo opere utili e nell’interesse generale e zero consumo di suolo, con sistema di appalti ripulito da mafia e corruzione”

ROMA - Solo opere utili, realizzate nell’interesse generale e destinate rimanere alla città, consumo di suolo zero e un meccanismo di assegnazione dei lavori ripulito da mafia e corruzione. Sono per Legambiente le precondizioni essenziali per poter ragionare sulla candidatura di Roma e dell’Italia alle Olimpiadi 2024, annunciata ieri dal presidente del consiglio dei ministri Matteo Renzi.

“Non vorremmo che questa partecipazione del nostro paese alle Olimpiadi - dichiara il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza - fosse legata a una vecchia e pericolosa concezione di business: cemento, mattoni e appalti perché così si creano nuovi posti di lavoro. Con il sacco di Roma e dell’Italia non si può più andare avanti - prosegue Cogliati Dezza - per questo, rispetto alla candidatura per le Olimpiadi, va sottolineata l’assoluta necessità di realizzate solo opere utili e nell’interesse generale, senza alcun consumo di suolo. Altrimenti è meglio lasciar perdere”.

Nel 2024, peraltro, la legge sul consumo di suolo zero, così come l’impiego delle nuove tecnologie di risparmio e di efficienza energetica nelle costruzioni nuove e da recuperare, dovrebbero essere concetti e norme acquisiti. Non ci sono quindi scuse per non progettare e realizzare impianti e alloggi in maniera completamente sostenibile.

“Quanto sta emergendo dall’inchiesta di Pignatone su Roma - aggiunge Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio - ma anche quanto è successo per i mondiali di calcio del 1990 e quelli di nuoto nel 2009 o per la preparazione dell’Expo di Milano, mostra quanta corruzione governi l’attribuzione degli appalti nel nostro paese, a cominciare da quelli legati alla realizzazione di grandi opere o delle gestione di eventi ed emergenze. Per candidarsi alle Olimpiadi l’Italia deve puntare sulla legalità, sconfiggendo il sistema vigente di corruzione diffusa e gestione criminale”.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]