Domenica, 12 Settembre 2021 10:06

Ritorna a Roma il Longines Global Champions Tour

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Capitale  ospita in una cornice mozzafiato il gotha del  salto ostacoli mondiale

Torna a Roma il Longines Global Champions Tour, il prestigioso circuito internazionale di salto ostacoli con le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del panorama mondo.  E’ lo splendido palcoscenico del Circo Massimo, il più grande stadio della storia antica la nuova sede del concorso capitolino che quest’anno ospita un doppio appuntamento: all’impegno già programmato in calendario dal 10 al 12 settembre  si aggiungerà una seconda tappa del circuito fissata dal 16 al 18 settembre.

Con le due competizioni regine, la gara individuale del Longines Global Champions Tour e la competizione a squadre della Global Champions League, l’attesissimo concorso capitolino si riconferma anche quest’anno meta preferita dei migliori binomi del pianeta: nella prima tappa figureranno 101 atleti (53 tra cavalieri e amazzoni solo per il CSI5*) in rappresentanza di 20 Paesi e 5 Continenti e oltre 200 cavalli, con un montepremi in palio di circa 650mila euro, dei quali 300mila solo per il Gran Premio del Longines Global Champions Tour. Sono sei gli azzurri  a rappresentare il tricolore nel primo dei due weekend, cinque cavalieri e un'amazzone

Anche quest’anno la manifestazione è a ingresso gratuito, due weekend di grande sport totalmente aperti al pubblico nel rispetto del quadro normativo anti-covid, un evento “globale” dove il cavallo sarà il protagonista indiscusso, ma non solo: il format dell'evento prevede infatti di affiancare l'immagine culturale e turistica della Capitale alla sua naturale connotazione di competizione sportiva top-level offrendo l'accesso gratuito sia all'intera manifestazione che a numerose attività collaterali.

 Al concorso capitolino  partecipano le amazzoni e i cavalieri più titolati del pianeta, a partire dal britannico Ben Maher (nr. 6 del ranking LGCT), fresco di medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Tokyo che proprio a Roma si è laureato per due volte consecutive campione del circuito nelle edizioni del 2018 e del 2019, e dell’attuale numero uno al mondo, il tedesco Daniel Deusser, vincitore dello scorso anno del LGCT e nr. 26 del ranking. 

Sono  sei gli assi nel mazzo azzurro  che  scenderanno in campo nel primo weekend di gare del CSI5*. Nella competizione individuale del Longines Global Champions Tour riflettori puntati sul Caporal Maggiore dell’Esercito Alberto Zorzi con Zantana Z e Clarina (il padovano è attualmente in decima posizione della classifica generale con 146 punti) e il Carabiniere Scelto Emanuele Gaudiano (il materano sarà in sella a Carlotta 232 e Chalou.

Anche quest’anno sono tantissime le iniziative riservate per il pubblico di tutte le età, appassionati e famiglie. Per giovani cavalieri e piccoli fan torna la Future Champions, il progetto per vivere da vicino la preparazione in campo prova, incontrare ed assistere a tutte le gare dei migliori binomi del mondo. Per i più piccoli il Baby HorseVillage, dove è possibile fare il battesimo della sella e delle carrozze, nel villaggio è presente anche un Dog Bar. Da segnalare le iniziative di integrazione, tra le più rilevanti il progetto ASI “Io ci sto dentro” che coinvolgerà detenuti in permesso, ex detenuti o detenuti in semilibertà che saranno chiamati a svolgere mansioni di sicurezza ed altre attività di reinserimento 

Alla conferenza stampa di presentazione della sesta edizione del Longines hanno partecipato la Sindaca di Roma Virginia Raggi, il Presidente e fondatore del Longines Global Champions Tour e della Global Champions League Jan Tops, il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute Vito Cozzoli, il Direttore Sportivo del LGCT Marco Danese, la Coordinatrice italiana del LGCT Eleonora Di Giuseppe, l’Assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi cittadini Veronica Tasciotti, Il Presidente della Fise Marco Di Paola, l’amazzone numero uno del ranking LGCT Edwina Tops-Alexander e il cavaliere azzurro Alberto Zorzi. 

La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha dichiarato “Per noi è un motivo di grandissimo orgoglio essere qui oggi, l’arena alle nostre spalle ci consente di avere già un’idea di quello che sarà: amazzoni e cavalieri che sfilano sotto le vestigia dell’antica Roma, è un grandissimo colpo d’occhio. Una doppia tappa quest’anno al Circo Massimo e ci rimarrà almeno fino al 2025. Roma si conferma Capitale dello sport, in questi anni ha ospitato tantissime manifestazioni. Abbiamo lavorato tanto con la Sovrintendenza per portare questo evento a impatto zero e totalmente sostenibile all’interno di un’arena che è patrimonio UNESCO. E’ stato capito il valore della manifestazione e siamo riusciti a superare una serie di criticità creando qualcosa di unico. La doppia tappa rimarrà con noi almeno fino al 2025, dobbiamo rimanere ottimisti. Roma si conferma Capitale dello sport e la parola chiave è sostenibilità e lo abbiamo imparato dalla pandemia".

A sua volta Il Presidente e Fondatore del LGCT e della Global Champions League Jan Tops: “Ringrazio tanto per le belle parole della sindaca. Sono felice di essere qui, al Circo Massimo, un posto dove da duemila anni non c’erano cavalli. Un luogo perfetto, così come è perfetto settembre per passare del tempo a Roma. Amiamo questa atmosfera e vi ringraziamo di cuore, tutti sono ansiosi di vedere il nostro live streaming e il nostro evento”. 

La coordinatrice italiana dell'evento, Eleonora di Giuseppe: “Per me è un sogno portare i cavalli al Circo Massimo, ringrazio la sindaca Raggi, gli assessorati competenti, i dipartimenti e gli uffici dell’amministrazione Capitolina. Hanno lavorato tutti insieme per portare qui un evento unico. Grazie alla competenza di tutti, siamo riusciti a creare un evento unico, in un contesto unico. Si riparte con il LGCT dal Circo Massimo e un ringraziamento particolare va a Jan Tops, quest’anno addirittura due tappe anziché una, creando un volano in termini di turismo e per l’economia molto importante per la città e per l’Italia. Lo abbiamo ribadito più volte con Marco Di Paola della Fise, con i vertici Sport e Salute e con il Coni. Abbiamo iniziato questo progetto diversi anni fa, quello che riportiamo qui non è solo sport ma c’è tanta progettualità di integrazione, con la visione del cavallo come co-terapeutica e come risorsa sociale”. 

Il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute SpA, Vito Cozzoli: “Ringrazio la sindaca Raggi per l’ospitalità, Jan Tops, Marco Di Paola e la direttrice Eleonora Di Giuseppe. Siamo particolarmente legati al cavallo, per quello che può dare in termini formativi ed educativi. Il LGCT può dare un grande contributo di ripartenza alla città e al Paese. Lo sport di base e di alto livello si completano, senza lo sport di base non ci sarebbe lo sport di alto livello. Anche questa è la dimostrazione che sappiamo lavorare tutti insieme. Lo sport ha un grande valore educativo e sociale, siamo impegnati in questo periodo per supportare la ripresa dell’anno scolastico e lanceremo lo sport nella scuola primaria, che ancora non è previsto. Lo sport ha una dimensione economica, di crescita sostenibile. Abbiamo condiviso un piano di sviluppo sportivo con il Governo e questa manifestazione darà un grandissimo contributo per la città e per lo sport italiano”. 

Infine il Presidente FISE, Marco Di Paola: “La cosa migliore è che lo sport equestre sia di nuovo a Roma. La pandemia ci ha dato il dispiacere di non godere di eventi sportivi. Quest’anno siamo riusciti a ridare alla città eventi di grande livello. Ringraziamo Jan Tops, questo geniale business-man che ha ideato questo circuito e che ha voluto onorare Roma, quest’anno con due tappe, ringraziamo anche Di Giuseppe e la sindaca Raggi, che ci sta dedicando tantissimo tempo e che ha creduto e crede nello sport equestre. I cittadini riceveranno un beneficio per poter riutilizzare questi luoghi. I percorsi sono molto complicati per poter consentire la fruizione di sport in città. È un’occasione di grandissimo rilancio per lo sport equestre. Poter stare per due settimane ad altissimo livello nello sport equestre è per noi un fatto formidabile. Abbiamo anche l’occasione di avere attività sportive di livello altissimo. Un circuito che propone i migliori cavalieri al mondo. Potremo goderci lo sport e questa meravigliosa città e promuovere lo sport equestre”. 

bianco.png