Mercoledì, 06 Luglio 2022 12:24

"Me Contro Tech", il Podcast con Francesco De Carlo per avvicinare boomer e GenZ a colpi di risate

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Cinque puntate per mettere a confronto la generazione analogica a quella digitale

“Nonna Lucia, la posso chiamare boomer?” “Dipende da cosa vuol dire!”. Preparatevi a un giga di divertimento con il primo podcast italiano realizzato per raccontare - e tentare di ridurre - il divario generazionale sul tema della tecnologia. “Me Contro Tech”, di e con Francesco De Carlo e disponibile dal 5 luglio su Spotify, è una serie di cinque puntate da 15 minuti ciascuna che si propone di avvicinare la generazione analogica a quella digitale. 

Come vive un programmatore? Di cosa si occupa? Che lingua parla? Ma soprattutto: qualcuno ha capito che lavoro fa? Al comico, autore, conduttore radio e tv romano l’ardua impresa di far incontrare nonni e nipoti, genitori e figli, ma anche perfetti sconosciuti anagraficamente distanti tra loro. Da una parte gli "smanettoni", quelli che le aziende si contendono, quelli che fanno fatica a spiegare il proprio lavoro perfino alla loro famiglia. Dall’altra, invece, ci sono i boomer che usano male i social network, che scrivono tutto a penna e che guardano con sospetto anche il proprio smartphone. 

Prodotto da Hypercast per Epicode, società internazionale di formazione in ambito tech, il podcast punta a svelare, con l’arguta ironia e leggerezza del suo presentatore, un mondo in grande espansione, che rappresenta il segmento più in crescita del mercato del lavoro (in Italia le prime 15 professioni più richieste sono legate al tech), con una particolare attenzione alle professioni legate al coding.

Ma che cos’è allora? È una chiacchierata informale, uno scambio di opinioni e una serrata serie di giochi di parole ironici e divertenti che porta l’ascoltatore seduto in un bistrot di mid-town anche se sta guidando, o sta facendo la spesa. Un’occasione per sapere qualcosa in più sul mondo del web-development, un momento per ridere, certo, ma anche per riflettere attraverso l’incontro e lo scontro - semiserio - di due mondi apparentemente distanti, ma che hanno molto da dirsi. Ci saranno dei tratti comuni? La risposta potete scoprirla solo ascoltando. 

VIDEO 

Ultima modifica il Mercoledì, 06 Luglio 2022 12:35

bianco.png