Dazebao le idee

ROMA - Nel precedente articolo, il terzo,  avevamo accennato al ‘disturbo del pensiero’ di quanti hanno una visione economica, nella quale, la bramosia umana è il motore principale dello sviluppo economico. Questa ‘ragione-animale’ non solo nega la vera realtà umana, ma afferma la non separazione tra mondo naturale e mondo umano, e, in nome dell’antico ritornello del homo homini lupus, e di quello illuminista dell’utilitarismo, detta la regola base: nella selezione naturale il più forte sottomette più debole; o, nella formula moderna: il più furbo ruba al più ingenuo; o in gergo economico: il più intelligente è più bravo a speculare di quello meno bravo.

Domenica, 09 Ottobre 2011 12:18

Crisi: economia reale e metafisica (terza parte)

Scritto da

ROMA - In questi giorni angoscianti, l’economia è divenuto il tema più discusso dal popolo italiano. Si parla quasi di più di economia che di calcio, più di default che dei gossip del capo del governo, più di crisi ‘argentina’ dell’Italia che dell’ultima fidanzata di Clooney.

Giovedì, 29 Settembre 2011 13:59

Crisi: economia reale e metafisica (parte seconda)

Scritto da

ROMA - Quando , due giorni fa, abbiamo pubblicato la prima parte di una serie di articoli che si occuperanno di “economia reale e metafisica” , ci rendevamo perfettamente conto che avvicinare la parola ‘economia’  alla parola metafisica era un assurdo.

Lunedì, 26 Settembre 2011 21:01

Crisi: economia reale e metafisica (parte prima)

Scritto da

ROMA - Se leggiamo il significato di ‘metafisica’ sul dizionario Zingarelli veniamo informati che essa “è parte della filosofia che, procedendo al di là dei dati dell’esperienza, perviene alla spiegazione dei dati alla spiegazione dei principi essenziali della realtà”.

ROMA - “Ancora una volta, deve essere inequivocabilmente affermato che nessuna circostanza può mai giustificare atti di terrorismo”. È quanto ha scritto Ratzinger nella lettera inviata all’arcivescovo di New York, Timothy Dolan, per commemorare il decimo anniversario degli attentati dell’undici settembre 2001. In questa formale missiva commemorativa il sovrano dello Stato vaticano ha inoltre commentato che l’atto compiuto è ancor più grave perché: “La tragedia è accompagnata all’affermazione degli autori di agire in nome di Dio.”

Fabio Franchini è ricercatore alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste (Sissa) nel gruppo di fisica statistica. A soli trentacinque anni si aggiudica una borsa Marie Curie della Commissione Europea. Un riconoscimento importante il cui impegno lo porterà due anni negli Stati Uniti, nel Centro di fisica teorica delMassachusetts Institute of Technology” di Boston.

ROMA - Luciano Violante, chiamato a rispondere sulla questione morale apertasi nel Pd dopo i casi Tedesco e Penati,  in un’intervista a L’Unità, ha affermato: “Il Pd non è il Pci del XXI secolo. Il nostro è un partito nuovo, nato in una società aperta, rapportarlo a modelli del passato è sbagliato. Quel discorso (si riferisce all’intervista di Eugenio Scalfari a Berlinguer apparsa su La Repubblica il 28 luglio 1981. N.d.R.) fu fondamentale nella società del suo tempo ma non può essere automaticamente catapultato nella società di trent’anni dopo”.

bianco.png