Visualizza articoli per tag: maam

Mercoledì, 28 Settembre 2011 16:10

Lettera ai Rom in Italia

Questo testo di Marcello Zuinisi afferma con parole vere e civili l'unica filosofia di azione possibile per cambiare rotta e iniziare a occuparsi realmente dei Rom in Italia e nell'Ue, senza speculazioni e meschinità. Se giriamo la faccia di fronte ai Rom più poveri (che sono la maggioranza, in Europa), se dividiamo i Rom in categorie, se dedichiamo energie solo a quelli che già hanno iniziato - da anni - un processo di integrazione, se non capiremo che bisogna essere ispirati dai più poveri ed esclusi, avremo fallito, continueremo a fallire e rappresenteremo un pessimo esempio di attivismo umanitario. Grazie, Marcello!

Pubblicato in Diritti Umani

ROMA - . Il Gruppo EveryOne ha ricevuto la segnalazione della fuga, avvenuta ieri, di 361 profughi eritrei dal campo UNHCR di Shegerab, nel Sudan. Fra di loro vi sono 95 donne, per lo più giovani e giovanissime, e 10 bambini. Spinto dalle durissime condizioni di vita nel campo, il gruppo ha tentato di varcare il confine con l'Egitto, per raggiungere, attraverso il nord del Sinai, lo stato di Israele, dove i rifugiati avrebbero chiesto protezione internazionale.

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto
Martedì, 27 Settembre 2011 14:39

Ritorno in Romania di una famiglia Rom perseguitata

ROMA -  Paziente cardiopatico lui, oncologica lei. Vivono ormai da quasi vent'anni in Italia: prima a Torino, dove lui ha lavorato nell'edilizia e nella nettezza urbana, poi a Milano, quindi nelle Marche.

Pubblicato in Diritti Umani
Lunedì, 26 Settembre 2011 10:03

Vertice dei sindaci su Rom, dichiarazione finale

 Ringraziamo Vojislav Stojanovic e pubblichiamo in italiano la dichiarazione finale pronunciata dai rappresentanti del popolo Rom nell'Unione europea al recente Summit dei sindaci sui Rom, tenutosi a Strasburgo. Dopo tante direttive, risoluzioni, raccomandazioni da parte delle istituzioni Ue, ecco una nuova dichiarazione che nasce dalle drammatiche istanze del popolo Rom.

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto

Milano, 23 settembre 2011. I rifugiati africani di Milano manifestano la loro solidarietà all'attivista del Gruppo EveryOne e del movimento cittadino "Kayak per il diritto alla vita" Georges (Alex) Alexandre, insultato, minacciato, aggredito e percosso nei giorni scorsi a Lampedusa a cagione del suo lavoro umanitario. 

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto

Nel mese di marzo 2010 l'Alto Commissario per i Diritti Umani Navi Pillay mantenne una promessa fatta il mese prima al Gruppo EveryOne: "Verrò in Italia, a Roma, per chiedere al governo del vostro paese di sospendere le misure repressive contro il popolo Rom e iniziare a mettere in atto programmi di inclusione, integrazione e sostegno sociale".

Pubblicato in Diritti Umani

MILANO - Nella notte del 26 marzo 1996, sette monaci del monastero di Tibhirine, in Algeria, furono sequestrati dal Gruppo Islamico Armato. Era in corso la guerra civile algerina, scoppiata dopo il colpo di stato del 1992. Il 21 maggio fu rivendicata la loro uccisione e nove giorni dopo furono ritrovate le teste mozzate dei monaci. Solo due religiosi della comunità scamparono alla strage e si trasferirono presso il monastero di Fès in Marocco.

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto

ISOLA DI LAMPEDUSA -  Il difensore dei diritti umani franco-canadese Georges Alexandre, membro del Gruppo EveryOne e dell'associazione Kayak per il diritto alla vita, è stato a Lampedusa per sei mesi, monitorando la situazione dei profughi dall'Africa e trasmettendo periodicamente la propria testimonianza al Parlamento europeo e all'Alto Commissario Onu per i Rifugiati. Georges è anche un atleta e con il suo kayak sta effettuando attualmente la traversata dalla Tunisia a Bruxelles per richiamare l'attenzione dell'Ue sul dramma dei migranti. La prima parte della traversata si è svolta nei giorni scorsi e ha condotto Georges dalla Tunisia a Lampedusa, da dove partirà presto, diretto a Malta.

Pubblicato in Diritti Umani
Pagina 3 di 3