Venerdì, 18 Luglio 2014 20:29

Quattro anni, molti perché

ROMA - Quattro anni: è questo il lasso di tempo trascorso dai giorni delle “cene eleganti” che sono costate a Berlusconi un processo dai contorni apparentemente devastanti e invece conclusosi, stamattina, con un’assoluzione piena in Appello.

Published in Il punto

ROMA - In un paese  normale  un qualsiasi cittadino condannato a sette anni di carcere per concussione e costrizione, condannato anche per il reato di prostituzione minorile , con l’interdizione perpetua dai pubblici uffici  non si farebbe vedere in giro fino al processo di appello.

Published in Il punto

La Corte Costituzionale ha bocciato il prelievo aggiuntivo del 2,5% previsto dalla manovra Tremonti. La misura era discriminatoria verso i dipendenti pubblici. Ora scatterà la restituzione del tributo per un valore stimabile fino a 3,8 miliardi di euro

Published in Lavoro

ROMA -  Amnesty International ha giudicato oltraggiosa la sentenza di una corte d’appello del Bahrein che il 4 settembre ha confermato le condanne di 13 attivisti dell’opposizione e prigionieri di coscienza. L’organizzazione per i diritti umani ha chiesto il loro immediato e incondizionato rilascio.

Published in Mondo

Democrazia più forte dopo la condanna dell'estremista di destra che con l'attentato di un anno fa causava la morte di decine di ragazzi nell'isola di Utoya

Published in Mondo

Il Consiglio presidenziale per i diritti umani russo critica aspramente la sentenza

Published in Mondo

OSLO - La corte distrettuale di Oslo ha pronunciato oggi la sentenza contro Anders Behring Breivik, l'estremista di destra di 33 anni, autore il 22 luglio 2011 di un massacrocostato la vita a 77 persone. Al killer sono stati inflitti 21 anni di prigione, in quanto l'imputato è stato giudicato sano di mente.

Published in Mondo

NEW YORK - Gli iracheni sono stati responsabili di violenze inaudite nei confronti dei prigionieri iracheni detenuti da loro. Lo rivela il New York Times, citando i documenti ottenuti da Wikileaks. Mentre le violenze e gli abusi da parte degli americani nei confronti di prigionieri iracheni sono state ampiamente documentate negli anni, e quanto successo nel carcere di Abu Grahib ne è la prova, poco era noto circa le reiterate violenze compiute dalle forze irachene nei confronti di prigionieri in loro custodia.

Published in Mondo

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]