Visualizza articoli per tag: DIFFAMAZIONE

ROMA - Mai più carcere per i giornalisti in caso di diffamazione, ma solo pene pecuniarie.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - L’Italia si mette a posto con l’Europa che più volte aveva sanzionato il nostro Paese per la legge sulla stampa che applicava la pena del carcere ai giornalisti per  e il reato di diffamazione a mezzo stampa, ma non si mette in linea con i principi e le regole della libertà di informazione vigenti nei Paesi più avanzati. Per togliere il carcere, il Senato ha introdotto una serie di “scambi” impropri, sotto la pressione soprattutto del centro destra che nella scorsa legislatura aveva più volte tentato di introdurre il bavaglio alla stampa.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - L’approvazione da parte del Senato del Ddl sulla diffamazione e' un fatto positivo. Particolarmente significativa e' la cancellazione del carcere come pena per la diffamazione a mezzo stampa. 'E' un fatto di civilta',  cancellare una norma illiberale, residuo del Codice Rocco, che limita fortemente la liberta' di stampa. E' un tema sul quale mi sono impegnato nella scorsa legislatura e in quella in corso, insieme ad altri colleghi, anche di altre forze politiche, non senza qualche incomprensione. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

BOLOGNA - Una 36enne professionista piacentina, residente in città, è stata denunciata dalla Polizia municipale per diffamazione a mezzo stampa, «a causa delle pesanti offese e delle accuse diffamanti espresse nei confronti del Corpo attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook».

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - Siamo più liberi, noi giornalisti. Sulle nostre teste non incombe più la minaccia del carcere per chi è ritenuto responsabile di diffamazione. Solo in “circostanze eccezionali”, dice una sentenza depositata qualche giorno fa dalla quinta sezione della Suprema corte il giornalista può essere rinchiuso in un carcere. Dazebao ne aveva dato notizia il 13 marzo scorso.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Non al carcere per i giornalisti ritenuti responsabili di diffamazione, se non in «circostanze eccezionali».

Pubblicato in Società

ROMA - Il ddl sulla riforma della disciplina sulla diffamazione, varato dalla Camera e passato alla Camera, pur eliminando il carcere per i giornalisti, è lontano mille miglia da un’apertura libertaria in sintonia con i richiami dell’Europa.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA - Il testo sulla diffamazione a mezzo stampa, varato nei giorni scorsi dalla commissione Giustizia, relatori il pdl Costa e il pd Verini, arriva in aula alla Camera. Il primo «colomba» nella destra, il secondo assai attento ed equilibrato.  

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Lunedì, 26 Novembre 2012 20:47

Diffamazione. Il Senato boccia il disegno di legge

ROMA - L’aula di Palazzo Madama ha bocciato l’articolo 1 del Disegno di Legge sulla diffamazione. La proposta, ribattezzata anche legge salva-Sallusti o legge-manette, si è arenata su un voto contrario che con il PDL ufficialmente astenuto ha fatto contare 123 no, 29 voti favorevoli e 9 astenuti.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Il ddl sulla diffamazione è "una pessima legge che introduce norme assurde: le ragioni della protesta e la richiesta di ritiro sono condivise da Fieg e da Fnsi".

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Pagina 1 di 2