Visualizza articoli per tag: RAI

ROMA - Basta con l’uso della Rai come clava per regolamenti di conti improponibili, additando il taglio di fondi per 150 milioni come un risarcimento al Paese che soffre e le proteste contro questa manovra, che l’azienda comincia a declinare verso l’annuncio di riduzione degli organici, come un attentato alla solidarietà necessaria per risanare i conti pubblici.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

L’11 giugno astensione dal lavoro e manifestazione promossa da tutte le sigle sindacali

Pubblicato in Lavoro
Etichettato sotto
Giovedì, 22 Maggio 2014 12:53

Un’altra idea di Rai

ROMA - Intendiamoci. Di fronte all’iniziativa del governo, ruvida tanto nella sostanza quanto nell’accidente, è auspicabile che si determinino risposte né banali né difensive. Il sistema dei media italiano ha una storia di orrori, censure (non per caso siamo al 57° posto per il tasso di libertà di informazione),  conflitti di interessi, assenza di normative antitrust stringenti.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - E’ una situazione inaccettabile ed estremamente grave. Avevamo chiesto all’azienda di assumere decisioni formali contro il decreto del governo che taglia 150 milioni di euro alla Rai Servizio Pubblico. Si annunciano ora la vendita di RaiWay e un nuovo Piano industriale: i vertici aziendali si assumono dunque la grave responsabilita’ di una scelta strategicamente errata, e che se dovesse avvenire sotto il diktat dei “soldi da trovare” diventerebbe di fatto una svendita, senza cercare strade alternative al rilevante ridimensionamento dell’azienda.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Metropolitane e tram affollati a Roma. Nugoli di sottosegretari e di direttori generali si accalcavano sui vagoni, con tanto di ombrello e di giornale (uno perchè altrimenti scatta il contingentamento) sotto al braccio.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Dall'assemblea annuale della FIEG, la federazione degli editori è venuto fuori un quadro davvero terrificante. Sembrava di partecipare ai convegni degli anni '70 sull'industria tessile o siderurgica. I dati illustrati dal presidente Giulio Anselmi non lasciano spazio ad alcuna incertezza: è notte fonda.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Oggi possiamo ben chiamarla “nonna” Rai ed è proprio con il ricordo del tanto amore per i nonni che mi piace onorare i suoi 60 anni. A scanso d’equivoci dico subito che non mi riferisco a vecchietta rimpannucciata nelle sue rimembranze qualche volta un po’ svanite, ma elegante signora di suo, al passo con i tempi di cui, qualche volta, farebbe a meno…

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Lunedì 2 e martedì 3 Dicembre andrà in onda su Rai Uno  “Anna Karerina“, miniserie televisiva in due puntate tratta dal celebre romanzo  di Lev Tolstoj, pubblicato per la prima volta nel 1877. La fiction, prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, porta la firma di Francesco Arlanch e vede alla regia Christian Duguay. Le riprese si sono svolte in Lituania, e più precisamente a Vilnius.

Pubblicato in Televisione
Etichettato sotto
Giovedì, 14 Novembre 2013 17:01

La Rai e “le voci di dentro”

ROMA - L’articolo di Benedetta Tobagi pubblicato da “Repubblica” è un provvidenziale sasso gettato nel pantano in cui è precipitato, ormai da anni, il dibattito politico sulla Rai: un confronto povero di contenuti, sguaiato nei modi e zeppo di luoghi comuni e ipocrite frasi di circostanza.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA - Un anomalo governo di centro/destra/sinistra per la prima volta nel Ventennio berlusconiano ha gettato la maschera: “stiamo studiando anche la privatizzazione della RAI”, oltre quella totale dell’Eni e delle Poste. Quello che non si è mai azzardato a fare Berlusconi, nonostante la legge Gasparri, figlia del conflitto di interessi, né tanto meno l’iperliberista Monti, oggi lo mettono sul tavolo del risanamento dei conti pubblici un ministro sedicente “keynesiano” come Saccomanni e un viceministro; mentre un grand commis dello Stato, Catricalà si augura di “spalmare” il canone RAI anche ai network privati concorrenti.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto