Visualizza articoli per tag: picchiata

I “liberali alle vongole” hanno un’idea esclusivista della giustizia e, in particolar modo, della procedura penale. Quest’ultima, come noto, consiste in corpi di norme finalizzate a regolare il processo penale e le indagini con la formazione delle prove. Ora, caratteristica costante delle leggi in materia, a partire dalla pubblicazione dell’opera più famosa di Cesare Beccaria “Dei delitti e delle pene” (1763) e prima ancora dal cosiddetto “Habeas Corpus Act” (1679) in Inghilterra, almeno nei Paesi europei, è stata la tutela dei diritti della difesa e dell’individuo al cospetto di un giudice inquirente. In Italia, il nuovo codice di procedura penale del 1989 ha introdotto il sistema “accusatorio”, in luogo di quello “inquisitorio”, mutuando l’esperienza delle Corti anglosassoni in materia di formazione della prova durante il dibattimento e parificando, in modo tutto sommato efficiente, i diritti della difesa con quelli dell’accusa. Grazie anche alla poderosa spinta di giuristi quali Luigi Ferrajoli e all’introduzione del principio del “giusto processo” in Costituzione (art. 111), la procedura penale ha assunto una funzione fortemente garantista, per taluni perfino squilibrata rispetto alle esigenze dell’individuazione e punizione del “reo”.

Pubblicato in Dazebao le idee

Una volta chi scrive inviò una e-mail all’editorialista del “Corriere della sera” Piero Ostellino, il quasi ottuagenario ex direttore craxiano del quotidiano di via Solferino, titolare della visione più ardita e confusa del pensiero liberale italiano. Nella lettera gli chiedeva da quali “sacri testi” attingesse la sua paradossale visione della politica italiana, individuando in Silvio Berlusconi un “liberale” che aveva tentato eroicamente di fare delle politiche liberali nel nostro Paese. Lui ribatté accusando lo scrivente di essere scemo. Gli si rispose chiedendogli se avrebbe accettato di ripetere il gaglioffo insulto di persona, magari incontrandosi in un bar all’aperto, per non destare equivoci di sorta.

Pubblicato in Dazebao le idee