Visualizza articoli per tag: salvaciclisti

Sabato, 28 Aprile 2012 15:06

Salvaciclisti. Una manifestazione di civiltà

ROMA - Roma oggi è stata invasa dalle biciclette. Tutti giunti al centro della capitale per l'imponente manifestazione Salvaciclisti,  tra Colosseo e Piazza Venezia nella via dei Fori Imperiali.

Pubblicato in Società

COLONIE - Non l'hanno presa molto bene, gli ex colleghi. Il quotidiano The Albany Times-Union questa settimana ha ricevuto e subito pubblicato online un video-documentario, che testimonia un reale tentativo di fuga dalla prigione di Albany County, avvenuto 4 anni fa. Nel video sono montate le riprese effettuate da varie telecamere di sicurezza a circuito chiuso, che permettono di seguire per intero la fuga del carcerato per i corridoi della prigione, la caccia che gli danno le guardie, il momento in cui viene catturato e riportato in cella. La particolarità del video sta nello 'stile' del montaggio: le immagini sono accelerate e accompagnate dalla famosa musichetta "Yakety Sax", ovvero il tema delle divertenti gags del Benny Hill Show.

Pubblicato in Società

ULTIM'ORA - ALLARME ROSSO A FUKUSHIMA: La televisione pubblica giapponese Nhk ha invitato coloro che abitano nelle zone vicine alla centrale nucleare di Fukushima, oltre la zona già evacuata, di tapparsi in casa e chiudere le finestre.La tv ha anche consigliato gli abitanti della zona vicino alla centrale nucleare di proteggersi contro le radiazioni. Secondo gli esperti, è necessario coprirsi naso e bocca con asciugami bagnati e lavarsi le mani non appena rientrati in casa. La gente deve inoltre evitare verdure, altri cibi freschi e acqua del rubinetto, prima del via libera delle autorità.

*** *** ***

TOKIO - Nuove scosse di assestamento sono state registrate in Giappone mentre il paese cominciava svegliarsi dopo il sisma di 8,9 Richter di ieri e il conseguente tsunami che, per un devastante effetto combinato, secondo varie stime hanno provocato non meno di mille morti. Secondo l'Istituto americano di geofisica (Usgs), tra le 07:22 e le 08:42 locali (23:22 di ieri - 00:42 di oggi ora italiana) si sono registrate almeno sei scosse di entità medio alta, tutte al largo dell'isola orientale di Hosnhu, situata a circa 250 chilometri a est della capitale Tokyo. L'ultima scossa, quella delle 08:42, secondo i rilevamenti dell'Usgt aveva una magnitudo di 5,3 Richter. Quella più forte, registrata alle 07:54, ha fatto salire i sismografi a 5,4. Le altre quattro scosse sono state di una magnitudo tra i 4,6 e i 5,0 gradi.

FUGA RADIOATTIVA DA FUKUSHIMA. L'Ente giapponese per l'energia elettrica (Tepco) ha reso noto che nella centrale nucleare numero 1 di Fukushima è stato fatto fuoriuscire vapore radioattivo per far diminuire la pressione troppo elevata in uno dei reattori dopo il violento sisma che ieri ha colpito l'area. «Continuiamo a seguire la situazione e al momento non vi sono problemi», ha detto un portavoce della Tepco. L'Ente giapponese per l'energia elettrica (Tepco) ha rilasciato vapore radioattivo per far abbassare la pressione che era aumentata in maniera anomala in almeno un dei reattori della centrale nucleare Fukushima 2, dopo aver fatto la stessa cosa nella centrale Fukushima 1, dopo il violento terremoto che ha colpito ieri la zona. Ma il pericolo atomico sembra perfino aggravarsi. È alta la probabilità che sia in corso una fusione in un reattore nucleare. Lo riferisce l'agenzia Kyodo, in relazione ai problemi dell'impianto di Fukushima. L'Agenzia giapponese sulla sicurezza nucleare ha rilevato cesio radioattivo in prossimità della centrale di Fukushima. La rilevazione del cesio radioattivo, annunciata dall' Agenzia, è di solito associata con gli elementi del combustibile e rappresenta un segnale di allarme, in quanto potrebbe essere rilasciato, ad esempio, per problemi al nocciolo del reattore.

NUOVA VIOLENTA SCOSSA. Una nuova violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.8 si è verificata questa mattina al largo della costa Est del Giappone, la stessa devastata ieri da un violento terremoto e da uno tsunami.

OLTRE MILLE I MORTI. Il violento terremoto di magnitudo 8.9 e lo tsunami che ieri hanno devastato il nord-est del Giappone hanno provocato oltre 1000 fra morti e dispersi, secondo un bilancio aggiornato reso noto dalla polizia. Almeno 436 persone sono morte in diverse regioni del nord e dell'est del Giappone. Oltre 200 cadaveri sono stati trovati sulla spiaggia di Sendai (nord-est, prefettura di Miyagi) dopo il passaggio di un'onda di oltre dieci metri. Circa 725 persone risultano disperse e 1.028 sono ferite. Un insegnante italiano che che vive e lavora in Giappone ha raccontato alla BBC di un suo viaggio in auto tra le devastazioni del terremoto che ieri ha colpito il Giappone. Giuliano Bettolini, secondo quanto riferisce il sito dell'emittente britannica, ha detto che ha impiegato ben 13 ore per rientrare a casa a Tokyo dalla città di Higasinatsuyama, nella prefettura di Saitama. «Un viaggio - ha detto - che in condizioni normali non prende più di due ore». «Sembrava di essere sul set di un film di Hollywood», ha poi esclamato.

BILANCIO VITTIME CRESCE DI ORA IN ORA. Cresce il bilancio della vittime della violenta scossa di terremoto di magnitudo 8.9, seguita da uno tsunami, in Giappone. Secondo un bilancio aggiornato della polizia sono circa 1400 fra morti e dispersi. Almeno 613 persone sono morte in diverse regioni del nord e dell'est del Giappone. Fra queste vittime ci sono gli oltre 200 cadaveri trovati sulla spiaggia di Sendai, dopo essere stata investita da uno tsunami con onde altre più di 10 metri. A questi morti bisogna aggiungere 784 persone che al momento risultano disperse, mentre i feriti sono 1.128.

SCIAME SISMICO. Sono almeno una ventina le scosse di rilevante entità (di magnitudo compresa tra 3-7) che sono state registrate nelle ultime dieci ore in Giappone, tra quelle sulla costa di nordest, già devastata ieri, e il nuovo fronte di Niigata-Nagano, sulla parte occidentale, che si è aperto a sorpresa durante la notte mostrando segnali di particolare vivacità. Il terremoto più potente è delle ore 10.46 (le 2.46 in Italia), ha riferito l'Agenzia meteorologica giapponese, con una magnitudo di 6.4 ed epicentro individuato di fronte alla prefettura di Fukushima, nelle acque del Pacifico alla profondità di 40 km.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - La Sanità Italiana che oggi va a rotoli per mancanza di fondi, per i costi troppo alti delle cure mediche e per la disorganizzazione delle Regioni e delle Aziende sanitarie, domani potrebbe andare a rotoli per mancanza di personale.

Pubblicato in Società

BERKELEY (CALIFORNIA) - I giovani  lasciano il paese perchè non hanno fiducia di un sistema corrotto e hanno perso la speranza di un futuro migliore".

Pubblicato in Società