Visualizza articoli per tag: sindacato

ROMA - "La Rai scarica i suoi big scomodi
e La7 se li vuole prendere?" Titolava così solo ieri il fatto quotidiano nella sua edizione on-line, partiamo da questo “ipotetico scenario” per cercare di capire se dietro questa “possibile” notizia ci sia un fondo di verità o sia solo una macchinazione mediatica per mettere in crisi sempre più l’azienda di viale Mazzini.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - E' un vero peccato che ultimamente le puntate di Annozero finiscano sempre come si suol dire a "tarallucci e vino", con i soliti personaggi di destra e di sinistra che invece di affrontare con serietà i problemi del paese finiscono per litigare  su tutto e dimenticarne persino la ragione, anche quando i fatti sono così evidenti da parlare da soli.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - In esclusiva per il sito di Annozero: gli effetti delle radiazioni dopo la catastrofe di Fukushima sulla vita degli abitanti delle zone vicine alla centrale nucleare, la storia del capitano dei vigili del fuoco di Tokio che lavora nelle zone contaminate e la protesta dei lavoratori e dei cittadini giapponesi contro la Tepko e l'Agenzia per la Sicurezza Nucleare.

Pubblicato in Società

ROMA - La sezione Lavoro della Corte d'appello di Roma (presidente Ermanno Cambria e relatore Donatella Casablanca), ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla Rai per ottenere la sospensione dell'esecuzione della sentenza pronunciata nel settembre 2009 con la quale è stato confermato il diritto di Michele Santoro, già riconosciuto dal tribunale, di lavorare come realizzatore e conduttore di programmi di approfondimento dell'informazione destinati al pubblico di prima serata. «La Rai - si puntualizza in una nota dell'avvocato Domenico D'Amati, legale di Santoro - aveva motivato la sua richiesta sostenendo che vi era pericolo di un intervento sanzionatorio dell'Agcom per i contenuti di alcune recenti puntate di Annozero.

Pubblicato in Società

Proposto dalla destra una norma che impedirebbe a "Ballarò" e "Annozero" di andare in onda durante la campagna elettorale per le amministrative. Mentre le televisioni del Cavaliere sarebbero libere di fare quello che vogliono, pur rispettando la "par condicio". Sollevazione generale e presidio del "Popolo viola"

Pubblicato in Primo piano

ROMA – I gerarchi del berlusconismo ora hanno escogitato un altro stratagemma per tappare la bocca alle trasmissioni di approfondimento politico, e in particolar modo a “Annozero” e “Ballarò”, che risultano sempre più indigeste al loro capo. Il gerarca Alessio Butti, infatti, ha oggi presentato una bozza di atto di indirizzo sul pluralismo, la terza in ordine di tempo, proponendo di alternare i conduttori di diversa formazione culturale di settimana in settimana, vale a dire che, se una settimana vanno in onda “Ballarò” il martedì e “Annozero” il giovedì (giorni in cui di norma comincia e finisce l'attività di Camera e Senato), la settimana successiva, negli stessi due giorni, ci saranno altri talk show condotti da persone di diversa formazione culturale.

Pubblicato in Società

ROMA - Quale sia stato lo scopo della telefonata in diretta ad Annozero da parte del direttore generale della Rai Mauro Masi ormai è noto.

Pubblicato in Società

Santanchè nervosissima, oggi ha abbandonato la trasmissione “Agorà”. Nella cassaforte della Procura milanese sono rinchiuse migliaia di pagine di trascrizioni di telefonate fra parlamentari del Pdl e le “signorine” di via Olgettina

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Ieri sera la puntata di Annozero è stata in larga parte dedicata alle mobilitazioni di studenti e lavoratori contro il governo durante il voto di fiducia del 14 dicembre a Roma.

Pubblicato in Primo piano

Con la cultura non si mangia”, è il cuore del Tremonti-pensiero. Mentre “Con la politica ci si abbuffa”! Verrebbe da dire.

Pubblicato in Primo piano