Giovedì, 09 Marzo 2017 12:36

Al Carcere di Rebibbia Musica e Spiritualità: La Cometa che suona

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il 31 Marzo nel penitenziario della Capitale il primo concerto dedicato a Bach e Mozart

ROMA  - La Cappella Musicale Costantina diretta da Paolo De Matthaeis realizza con A.Gi.Mus. (Sezione Roma - I luoghi del Sacro)  Quattro Concerti per i detenuti del Carcere di Rebibbia, varando una piccola stagione musicale a commento delle principali festività religiose chiamata  “La Cometa che suona”, ideata dal direttore dott. Stefano Ricca e dal maestro Paolo De Matthaeis.

Il concerto racconta il miracolo musicale, leggendo oltre la partitura il bisogno di comunicare e condividere le proprie esperienze. Lo stesso Bach fu recluso a Weimar per un mese. Questo non gli impedì di scrivere  componendo con strumenti di fortuna, modificando la sua scrittura ripensando l’Arte in un discorso personale e intimo in solitudine.

Le idee attraversano ogni barriera e la Musica serve da “cometa per viaggi appassionanti ed avvincenti”; un riferimento amico che s’affianca alle riflessioni religiose di Suor Rita del Grosso che da sempre si dedica al conforto e alla vita difficile nelle Carceri.
Quattro stelle della Cappella Musicale Costantina - Giulia Patruno, Yuri Yoshikawa, Takako Umezu e Svetlana Spiridonova assieme ai musicisti - canteranno arie e melodie celebri, accompagnando il pubblico nel mondo magico della grande Musica. 

L’invito è stato esteso anche a Mons. Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede.

Le date dei concerti

31/03/2017 ore 10 - Pasqua
- Giulia Patruno e solisti della Cappella Musicale Costantina (Mozart - Bach)
7/04/17 ore 10 
- Takako Umezu e solisti della Cappella Musicale Costantina (Pergolesi, Haendel, Mozart, Caccini)
1/12/17 ore 10 - Avvento
- Yuri Yoshikawa  e solisti della Cappella Musicale Costantina (Scarlatti, Haendel)
15/12/17 ore 10 - Natale
- Svetlana Spiridonova e solisti della Cappella Musicale Costantina (Mozart - Schubert)