Lunedì, 17 Agosto 2020 10:23

Venezia 77. I Classici al Cinema Ritrovato di Bologna: “Cronaca di un amore” (1950)

Scritto da

E’ il primo lungometraggio firmato da Michelangelo Antonioni, che fino ad allora si era fatto notare per un cortometraggio dall’argomento inconsueto ma evidentemente beneaugurante: N.U. Nettezza urbana, in sostanza, un documentario sulla raccolta dei rifiuti in città, l’ultimo guizzo del neorealismo già in fase di esaurimento.  

Cronaca di un amore è tutt’altra cosa: un giallo dopo tutto, un film d’amore disperato, la storia dell’incontro sfortunato fra un uomo e una donna destinati a non potersi amare come vorrebbero. Non siamo ancora al cinema dell’incomunicabilità di cui Antonioni è stato maestro incontrastato, ma si sente già aria di novità, non solo stilistiche. Protagonista anche lei esordiente una Lucia Bosè tenebrosa e irraggiungibile. Per lei si rovina la vita un bravo Massimo Girotti, all’epoca idolo delle minorenni, Franco Fabrizi è fra gli altri interpreti, tutti attentissimi. 

Dati i tempi, il film può definirsi piuttosto bello, ma nessuno dei critici militanti gridò al miracolo. Del resto, l’esordiente Antonioni non aveva le physique du role del giovane-rivelazione, col tempo i suoi film sono piaciuti soprattutto alle donne perché fanno riflettere, al pubblico maschile un po' meno perché poveri di azione. Ma il suo nome è scritto a lettere maiuscole nell’albo d’oro del migliore cinema italiano. A cominciare da questo film di un debutto illuminante. 

Venezia Classici della 77. Mostra al Cinema Ritrovato di Bologna (25-31 agosto) 

CRONACA DI UN AMORE

di Michelangelo ANTONIONI (Italia, 1950, B/N)

restauro: Cineteca di Bologna

 Produzione: Franco Villani per Fincine; soggetto: Michelangelo Antonioni; sceneggiatura: Michelangelo Antonioni, Daniele D'Anza, Silvio Giovaninetti, Francesco Maselli, Pietro Tellini; fotografia: Enzo Serafin; montaggio: Mario Colangeli; scenografia: Piero Filipponi; costumi: Ferdinando Sarmi (per Lucia Bosè); musica: Giovanni Fusco.

Interpreti e personaggi: Lucia Bosè (Paola Molon), Massimo Girotti (Guido), Ferdinando Sarmi (Enrico Fontana), Gino Rossi (Carloni, il detective), Marika Rowsky (Joy, un'indossatrice), Rosi Mirafiore (la barista), Franco Fabrizi (presentatore della sfilata), Vittoria Mondello (Matilde), Rubi D'Alma, Anita Farra, Carlo Gazzapini.