Lunedì, 21 Febbraio 2022 10:21

Venezia 2022. I classici fuori Mostra: “Dies irae” di Carl Theodor Dreyer (1943), il 24 febbraio

Scritto da

Il “Dies irae”, il giorno dell’ira, l’Iradiddio: è il canto da requiem che accompagnava i condannati al rogo.

E’ la più alta espressione di musica sacra della chiesa cattolica. Un titolo ideale per il quarto film sonoro d’impianto teatrale che il maggior regista danese ha dedicato alla sua particolare ispirazione: raccontare col cinema la storia antica del suo paese, cogliendo un parallelo fra l’antico e il contemporaneo.  Dies irae lo ha girato nel 1943, mentre la Danimarca era da tre anni sotto l’occupazione nazista, e la storia che racconta è ambientata nel 1623, un’epoca ugualmente oscura del piccolo paese nordico dalla lunga tradizione popolata di streghe e di roghi. 

Fra i protagonisti un anziano pastore sposato in seconde nozze a una donna molto più giovane accusata di stregoneria.  Non sarà la sola, ci sarà pure chi preferirà il rogo alla menzogna che pervade una società dove impera il fanatismo, l’intolleranza, l’ingiustizia. 

Non esplicitato ma sottinteso il parallelo fra la Danimarca dei secoli bui e quella invasa senza colpo ferire dalle truppe di Hitler, con la popolazione disposta a subire la violenza senza tentare alcuna reazione. Il film uscì a guerra finita ed è stato subito giudicato come uno dei più forti momenti espressivi di Dreyer che rimane un grande del cinema mondiale. 

Scelto per i “Classici fuori Mostra, nell’ambito del festival del cinema restaurato, è in proiezione, in un’edizione restaurata a cura del Danish Film Instistute, il 24 febbraio alla sala Rossini di Venezia, a prezzi politici riservati ai giovani, che hanno così l’irripetibile occasione d’incontro con un cinema lontano dai gusti moderni ma non per questo da dimenticare. 

VREDENS DAG (97’)
(Dies irae)
di Carl Theodor Dreyer
con Thorkild Roose, Lisbeth Movin, Sigrid Neiiendam, Preben Lerdorff Rye
Danimarca, 1943
Restauro a cura di Danish Film Institute
Presenta Carmelo Marabello

Proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Ingressi:
Biglietto intero € 6 / Ridotto € 3
Abbonamento ridotto € 30
Biglietti in vendita presso la biglietteria del Cinema Rossini
Per informazioni: www.culturavenezia.it/cinema

bianco.png