Martedì, 06 Settembre 2011 12:43

Venezia 68. “Terraferma” di Emanuele Crialese, applausi a un “italiano vero”. La recensione. Il trailer

Scritto da

LIDO DI VENEZIA (dal nostro inviato). La legge del mare vuole che si salvi chiunque sia in difficoltà, non parliamo dei pesci ovviamente, ma degli uomini. Un mare che oggi abbonda più di esseri umani disperati che di fauna. Un’isola del Mediterraneo,  Linosa  - ma potrebbe essere Lampedusa o qualsiasi altra -  una storia commovente sul dramma  dell’Italia di oggi, che accoglie per saggezza e respinge per paura. Le autorità che non invitano a rispettare la “legge del mare” e infrangono un codice etico. 

Tante  scene corrette, storia recitata bene, personaggi simbolo pertinenti e una sorpresa che rimane impressa: Beppe Fiorello in costume da bagno e occhiali a specchio che balla sulla sua barca,  incitando i turisti festaioli aggrappati come migranti alle strutture,  a lanciarsi in acqua.  

Otto minuti di applausi ha ricevuto “Terraferma”, film italiano in concorso per il Leone d’Oro. Il pubblico ha accolto con passione questo lungometraggio tributando onore a una pellicola incentrata sull’immigrazione, con al centro due figure femminili solidali che sembrano dire, e giustamente, l’unica soluzione è la “pietas”. Al Festival, insieme a Emanuele Crialese a al cast di Terraferma, però non c’era Timnit T., la donna che ha toccato il cuore del regista e lo ha convinto  a girare. Lei è arrivata in Italia su un gommone dove era l’unica femmina e su 79 persone, 73 erano già morte: questo spiega tutto.

Un buon film , quello di Crialese. Il pubblico ha applaudito una pellicola italiana “vera”, degna cioè di partecipare a una gara per il Leone d’oro.  Ma quanto ha contato l’amor di patria, il giocare in casa, il suscitare commozione attraverso una storia lineare?  Emanuele Crialese in conferenza stampa ha risposto a dovere alle obiezioni di chi sindacava che il suo film mal interpretava le nostre leggi: ““Il mio non è un film giudicante – ha asserito l’autore -  non dà risposte e comunque non ha tesi. Il mio pubblico ideale è quello di un bambino di sette anni”.

Educativo infatti “Terraferma”, per i più giovani senz’altro, ma forse uno spettatore che ha digerito principi etici che tutti dovrebbero far propri e maturato interrogativi più profondi,  da una pellicola che ottenga il Leone d’oro vorrebbe di più, che sia italiana o appunto del “terzo mondo”.

Terraferma

(Terraferma, 2011, Italia, Francia)

  •    Regia: Emanuele Crialese   
  •    Con: Donatella Finocchiaro, Beppe Fiorello, Francesco Casisa, Mimmo Cuticchio, Martina Codecasa, Filippo Pucillo
  •    Distributori: 01 Distribution
  •    Genere: Drammatico
  •    Durata: 88'
  •    Data di uscita: 07-09-2011  




Terraferma – trailer ufficiale

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

L'importanza dell'anima

Ho provato a immaginare l’anima

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

Romanzi e racconti

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Gioconda guarda il mare. Dietro di sé la porta verde di casa, a sinistra il sentiero che porta al faro e agli orti, a destra la via che va al...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

Cannes 73. La giovane selezione della Cinéfondation

CANNES - Lo sfortunato Festival del cinema di Cannes, una delle manifestazioni internazionali più importanti che ha pagato duramente le interferenze del coronavirus,  presenta la selezione Cinéfondation del 2020, ovvero...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Serie A: si riparte tra tamponi, contagi e la massima imprevedibilità

Serie A: si riparte tra tamponi, contagi e la massima imprevedibilità

Quarantotto giorni: è questo l’arco temporale che è passato dalla fine della scorsa stagione e l’inizio della prossima, ormai praticamente alle porte.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]