Lunedì, 22 Ottobre 2012 17:40

Costruire cultura. A Padova una settimana tra luoghi d’incontro e spazi di arte

Scritto da

Alcuni negozi sfitti del centro cittadino riprendono vita diventando per una settimana luoghi d’incontro e spazi di arte. Fino al 26 ottobre



PADOVA – Oltre alle attività formative proposte ai 70 giovani da tutta Italia ospiti a Padova questa settimana, il progetto “Costruire cultura, percorsi e residenze formative per le professioni culturali” dedica alcune iniziative a tutta la città. Tra queste le esposizioni (foto, dipinti, sculture e installazioni) di 15 artisti emergenti, allestite da 15 giovani curatori in alcuni negozi sfitti del centro, riaperti per rivitalizzare le aree messe in difficoltà dalla crisi economica. A ridare vita per l’occasione agli esercizi commerciali di via Altinate (civici 77, 98 e 149) e a renderli luoghi di incontro e di arte è “Nuovi Segnali”, progetto giunto alla settima edizione: i negozi, in questa loro nuova veste temporanea di “galleria d’arte”, saranno aperti ai visitatori fino a venerdì 26 ottobre, dalle ore 11 alle 19.30.

“Costruire cultura” è ideato e realizzato dall’ufficio Progetto Giovani-Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Padova nell’ambito di “Creatività Giovanile”, programma promosso e sostenuto dal Dipartimento della Gioventù-Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci-Associazione nazionale Comuni italiani.

Lunedì 22 ottobre dalle 17.30 in calendario la prima presentazione al pubblico dei giovani artisti emergenti che espongono al “civico 149” di via Altinate: Giulia Agostini (29 anni), Francesco Ardini (26), Alice Bertan (24), Tania Giacomello (26), Filippo Leonardi (33), Riccardo Stocco (25) e Anna Trento (26), tutti accompagnati dai rispettivi curatori. Mercoledì 24 (sempre dalle 17.30) sarà la volta degli artisti, e i rispettivi curatori, del “Civico 98”, con Susanna Alberti (24), Selene Citron (26), Samantha Miozzo (35) e Martina Oro (22). Venerdì 26 ottobre chiuderà il ciclo di presentazioni il “civico 77” con Andrea Andolina (35), Marta Mancusi (27), Elisa Sartori (24) e Alberto Petracin (32).

Per tutta la settimana faranno da scenario suggestivo e creativo a via Zabarella e via Altinate alcune installazioni, opera di giovani artisti: la sonora “Ring the bell, 1a parte” di Dario Lazzaretto, l’itinerante “Gli AbbanDONATI” di Ale&Lux, la site specific dell’artista olandese di origini iraniane Maziar Afrassiabi, infine “Walls Ooze Ghost (revisited) e “Your exceptional future” dell’olandese Joshua Thies.

“Costruire cultura”, a Padova fino a venerdì 26, coinvolge in tre diversi percorsi di formazione settanta giovani professionisti della cultura, delle arti dello spettacolo e delle discipline multimediali, provenienti da tutta Italia. Per loro una settimana di residenza formativa gratuita, in cui avranno l’opportunità di accrescere le proprie competenze (grazie all’incontro con docenti ed esperti e la partecipazione a laboratori), e di confrontarsi con iniziative di altri Paesi, ma anche potranno scambiare tra loro idee, progetti ed esperienze e costruire collaborazioni.

A Palazzo Trevisan (via Zabarella 82) dalle 19 in calendario gli incontri con imprenditori che condividono la filosofia del progetto e con lungimiranza hanno scelto di investire nell’innovazione creativa: lunedì 22 ottobre Daniele Lago, martedì 23 la testimonianza di Francesco Peraro di Banca Etica e giovedì 25 Giovanni Lanzone di Renaissance Link.

Fino a venerdì 26 ottobre ogni giorno dalle 18.30 alle 19 sarà possibile ascoltare la diretta di “Costruire cultura” sul sito di Radio Bue, la webradio dell’Università di Padova. (http://www.radiobue.it/)