Mercoledì, 31 Agosto 2022 10:55

La Fondazione Umberto Veronesi lancia il progetto fotografico “Noi Donne per la Ricerca”

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dal 31 agosto al 10 settembre gli scatti fotografici del progetto di Fondazione Umberto Veronesi saranno esposti presso la Lounge di Fondazione Ente dello Spettacolo per ricordare ancora una volta l’importanza di sostenere la ricerca scientifica

Il progetto fotografico “Noi Donne per la Ricerca”, ideato da Fondazione Umberto Veronesi e realizzato dal fotografo Paolo Spadacini, sarà ospitato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo durante il periodo della 79ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia - che si terrà dal 31 agosto al 10 settembre 2022.


Giovedì 1° settembre, a partire dalle ore 16.00, presso la Lounge della Fondazione Ente dello Spettacolo si terrà un evento speciale ed esclusivo per dare il via a questa preziosa mostra, a cui parteciperà il Professor Paolo Veronesi, Presidente di Fondazione Umberto Veronesi e che potrà così spiegare l’importanza del sostegno alla ricerca scientifica d’eccellenza a beneficio di ognuno di noi.
Presentato dalla conduttrice Veronica Maya, l’incontro avrà come protagoniste Marica Pellegrinelli, modella e ambassador di Fondazione Umberto Veronesi; Roberta Zanotti Lunelli, sostenitrice e delegata di Trento di Fondazione e Laura Morino Teso, imprenditrice e sostenitrice da sempre di Fondazione Umberto Veronesi. Interverrà infine Don Davide Milani, Presidente di Fondazione Ente dello Spettacolo.

Il progetto fotografico di Fondazione Umberto Veronesi “Noi Donne per la Ricerca” nasce nel 2019 e raccoglie 44 volti di donne straordinarie, che credono nel valore della ricerca scientifica e nel lavoro di chi ogni giorno cerca nuove soluzioni per prevenire e curare i tumori. Donne che hanno scelto di farsi ambasciatrici di Fondazione, per diffondere questo importante messaggio attraverso la propria immagine.
Le loro sono storie di impegno e successo in molti campi diversi, alcune di loro sono attive nelle delegazioni di Fondazione, presenti su tutto il territorio italiano e si spendono in prima persona per organizzare eventi di raccolta fondi e di divulgazione.

Altre hanno prestato volto e voce a campagne d’informazione o a eventi istituzionali, contribuendo al loro successo presso un vasto pubblico. Altre ancora sono esponenti di aziende che finanziano i nostri progetti. Quello che accomuna tutte le protagoniste di questi scatti è il fatto di riconoscersi nel principio cardine con cui il professor Umberto Veronesi ha creato la Fondazione, ovvero: «La scienza è lo strumento più potente di cui l’umanità dispone per migliorare la qualità e la prospettiva di vita delle persone».

“La ricerca scientifica rappresenta un investimento concreto per migliorare la qualità della vita delle persone offrendo nuove speranze di cura per i pazienti di oggi e di domani. Proprio per questo, Fondazione continua da quasi vent’anni a mantenere il suo impegno finanziando i migliori ricercatori e progetti di altissimo profilo scientifico caratterizzati da un fattore importante, ossia il potenziale traslazionale che riguarda la capacità di trasferire velocemente i risultati dal laboratorio alla pratica clinica sui pazienti” – dichiara Paolo Veronesi, Presidente di Fondazione Umberto Veronesi.

“Sono onorato di aver realizzato per Fondazione Umberto Veronesi questo progetto, perché da sempre convinto dell’importanza della ricerca scientifica e della prevenzione, a cui io stesso devo dire grazie. Ho voluto trasmettere questo importante messaggio attraverso la spontaneità e la credibilità di queste meravigliose ambasciatrici” – afferma il fotografo autore degli scatti della mostra Paolo Spadacini.

“Fondazione Ente dello Spettacolo è lieta di ospitare Fondazione Umberto Veronesi nella propria “casa” presso la Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia. Anche con questa collaborazione testimoniano la nostra missione di interpretare il cinema come un elemento di costruzione, crescita e soprattutto cura della comunità. Una cura che con questa prestigiosa presenza si sostanzia nell’arte medica e nella scienza, attraverso la ricerca e la prevenzione. Siamo felici di poter dare il nostro contributo per sensibilizzare sui temi così importanti che motivano l’azione di Fondazione Umberto Veronesi” – conclude Don Davide Milani, Presidente di Fondazione Ente dello Spettacolo.

Un ringraziamento particolare alla Fondazione Ente dello Spettacolo per la disponibilità ad ospitare la mostra e per il prezioso sostegno nella realizzazione dell’evento all’azienda Kiton, a Palazzo Giovanelli, all’Hotel Sina Centurion Palace di Venezia e alla Casa Di Produzione Cinematografica Bros Group Italia.

Le donne protagoniste del progetto fotografico “Noi donne per la ricerca”:
Sultana Razon Veronesi, Maria Pierdicchi, Adele Artom, Maria Luti, Daniela Ferolla, Claudia Dwek, Arabella Lanfranchi, Daniela Missaglia, Titty D’Attoma & Flavia Alfano, Nicoletta Polla-Mattiot, Monica Mosca, Irene Camerini Lange, Filippa Lagerbäck, Laura Morino Teso, Laura Sartori Rimini, Valentina Cavagna e Giulia Pittini, Annalisa Monfreda, Francesca Ruffini Stoppani, Maria Elena Viola, Cristina Gnugnoli, Sarah Varetto, Giulia Innocenzi, Silvia Profeta, Clara Catelli, Marica Pellegrinelli, Karla Otto, Raffaella Drago, Elena Braggiotti, Cristina De Pin, Giada Tronchetti Provera, Cristina Parodi, Melania Rizzoli, Veronica Tufano, Marcella Drago, Alessandra Grillo, Matilde Bocca Salvo, Fiammetta Cicogna, Alessandra Balocco, Anna Scavuzzo, Jasmine Lipovsek, Maria Possenti Castelli, Federica Panicucci, Roberta Zanotti Lunelli e Marianna Palella.

bianco.png