Domenica, 08 Dicembre 2013 18:15

Oscar Europei. Un trionfo per 'La grande bellezza' di Sorrentino

Scritto da

BERLINO- Il film "La grande bellezza "sbaraglia la concorrenza e si aggiudica  il premio come miglior film europeo agli Efa, (European Film Awards). Ma non è tutto, Paolo Sorrentino, Toni Servillo e Cristiano Travaglioli vincono rispettivamente i titoli di miglior regista, miglior attore e miglior montaggio.

 L’Efa, fondata a Berlino nel 1989 da 41 registi europei, tra cui Ingmar Bergman, nonché presidente della stessa, venne istituita per celebrare l'eccellenza della produzione cinematografica europea. Per questo motivo, poche ore prima della premiazione, Servillo aveva dichiarato di essere orgoglioso di concorrere con altri italiani che, ormai, da tanti anni sono riconosciuti anche all’estero. L’attore aveva già trionfato nel 2008  vincendo due premi per l’interpretazione di «Gomorra» e «Il Divo». 

Un grande riscatto arriva per il regista napoletano, che dopo la delusione ricevuta dal concorso della passata edizione del festival di Cannes, può con orgoglio far ricredere la critica italiana che aveva giudicato il film in maniera negativa, definendola un’opera  "troppo autocelebrativa". 

Visibile nelle sale cinematografiche italiane dal 21 Maggio 2013, il film aveva suscitato grande emozione e curiosità nel pubblico che lo aveva ripagato con ben 7 milioni di euro di incassi. Grande soddisfazione per una pellicola impegnativa come questa che racconta la vita mondana, svestendola del suo aspetto divertente e perfetto, mettendo a nudo i lati oscuri che essa può riservare: vizi, ricchezza, lusso e potere racchiusi in cuori tristi e soli, sull’orlo della disperazione. 

"Non volevo essere semplicemente un mondano, volevo diventare il re dei mondani. Io non volevo solo partecipare alla feste, io volevo avere il potere di farle fallire!": così esordisce Jep Gambardella, protagonista interpretato da Toni Servillo. Giornalista di costume e critico teatrale, catturato dal fascino della bella vita che la  Roma di un tempo gli offre, è, nel suo profondo, molto deluso da ciò che osserva nel presente. Un uomo cinico verso i sentimenti, ma che nel film lascia spazio a svariate riflessioni da moralista. 

Sorrentino momentaneamente si trova a Marrakesh , ed è impegnato nella preparazione del suo nuovo film "The future" con Michael Caine. Per questo motivo, a ritirare il riconoscimento ottenuto, sono intervenuti gli attori Toni Servillo e Iaia Forte e i produttori Francesca Cima e Nicola Giuliano. 

 

                                                               CHIARA DISTANTE

bianco.png