Teatro Documenti. “Frida Khalo” di Valeria Moretti, la prima in Italia. 20-23 marzo

ROMA – In occasione della Mostra alle Scuderie del Quirinale a Roma dedicata alla grande pittrice messicana Frida Kahlo, verrà presentato  al Teatro di Documenti dal 20 al 23 marzo il lavoro teatrale di Valeria Moretti  Frida K. interpretato da Enrica Rosso.

Nell’introdurre la grande pittrice messicana Frida Kahlo, bisogna ricordare pochi elementi della sua vita che rendono il dolore e la grandezza di questa creatura che  ha in sé  qualcosa di eroico che si aggiunge al fascino d’artista. A diciotto anni Frida ebbe un gravissimo incidente:  su un tram, a causa di uno scontro, fu trapassata da parte a parte da un corrimano che le sfondò il bacino. Ciò segnò per sempre e rese più breve la sua vita, Fu moglie di Diego Rivera, un uomo al quale lei fu fedelissima, mentre lui la tradì in continuazione, persino con sua sorella. Frida conobbe le più grandi sofferenze fisiche e psicologiche.

“Tutto concorre a fare di lei un personaggio e lei stessa aveva l’attitudine ad esserlo e a volerlo essere – sottolinea Valeria Moretti, autrice della prima piece italiana su Frida, aggiungendo ai fatti un tocco morettiano, personale, interpretativo, delucidativo –  Altrimenti perché tanti autoritratti? Altrimenti perché divenire lei stessa un’opera d’arte? E poiché il fascino è sempre un inspiegabile mistero, tanto più prezioso perché inafferrabile, le ragioni dell’attualità di Frida Kahlo – aggiunge – risiedono, probabilmente, dentro di noi”. 

Frida Khalo da viva – nella prima metà del Novecento – destava ammirazione, curiosità, stupore, interesse.  L’intensità magnetica dello sguardo, la bellezza e fierezza inusuali, un’arte sorprendente, la brutalità degli interventi chirurgici, la fiammante fede politica, le turbolente vicende amorose (dal noto marito il pittore Diego Rivera che sposò divorziò risposò, alla liaison con Trotzky compreso qualche intermezzo femminile), la poeticità dell’abbigliamento, la leggenda del surrealismo…   

Da noi è da poco che l’ immagine e i quadri di Frida Khalo sono diventati oggetti di culto trasferiti su magliette, poster, cartoline, distintivi, gadgets di vario genere. Valeria Moretti è stata l’antesignana di una moda che oggi impazza. Per capire la genesi del lavoro di questa drammaturga va chiarito che Valeria Moretti  si è già interessata alla vita delle pittrici scrivendo Le più belle del reale – Pittrici in autoritratto dal 500 all’800 (Edizioni Spada) e un testo teatrale dal titolo Una tavolozza rosso sangue (1996)  nel quale si intrecciavanono i destini di tre artiste di nazionalità ed epoche diverse: Artemisia Gentileschi, Elisabeth Vigée le Brun e Frida Kahlo.  Artiste accomunate da un evento drammatico: lo stupro per Artemisia, la fuga dalla ghigliottina per Elisabeth pittrice favorita di Maria Antonietta, l’incidente stradale di cui rimase vittima la giovanissima Frida. Il testo è stato rappresentato anche a Parigi. 

Il ritratto teatrale di Frida Kahlo, scritto da Valeria Moretti, ha la caratteristica di dare alla fantasia i colori della realtà e di essere al tempo stesso storia e confessione.La continua proiezione di sé darà agli spettatori la sensazione di guardare dentro un caleidoscopio dove, accanto a Frida, appaiono e scompaiono, in un magico gioco di specchi, le immagini fantasmatiche delle donne e degli uomini da lei amati, da Diego Rivera a Lev Trockij.

Enrica Rosso darà corpo e voce a questa Frida Khalo.  L’attrice  debutta nel 1978 al Teatro La Fenice di Venezia nell’opera recitata Cailles en sarcophage, libretto e regia di Giorgio Marini, musiche di Salvatore Sciarrino.  Da allora alterna esperienze di teatro classico e teatro di ricerca interpretando, tra gli altri, i ruoli di Lulù, Salomè, Aglaja, Elettra, Madame de Sade, Tiresia, Atena, Desdemona Miss Ambiguità. Nel 1989 con Omaggio a Celine firma la sua prima regia. Prende parte a numerose produzioni televisive tra cui Gino Bartali  l’Intramontabile per la regia di Alberto Negrin e Maria José di Carlo Lizzani. Per il cinema ricordiamo Il caso Moro regia di Giuseppe Ferrara con Gian Maria Volontè in cui impersona la brigatista Barbara Balzerani e L’uomo in più di Paolo Sorrentino con Beppe Servillo di cui è protagonista femminile. Come avvicinarsi ad un’icona del Novecento che si è messa in scena nella vita lasciandoci infinite, ipnotiche immagini di sé? “Con grande misura e rispettosa semplicità” risponde Enrica Rosso.

 “Frida K.” In cartellone a Roma al Teatro di Documenti  (Via Nicola Zabaglia 42) da giovedì 20 a domenica 23 marzo 2014.

Avatar photo

Bruna Alasia

Tutti gli articoli

Condividi sui social

Articoli correlati

Università

  • All Post
  • Art
  • Artist
  • Author Choice
  • Automobile
  • Beauty
  • breaking news
  • Brevissime
  • Business
  • Coaching Cafè
  • Comunicazioni
  • Cultura
  • Dazebao
  • Dazebao le idee
  • Diritti Umani
  • Economia
  • Entertainment
  • Eventi da non perdere
  • Fashion
  • Features
  • Festival di Cannes
  • Focus University
  • Italia
  • L'Harem di Catherine Spaak
  • La satira politica
  • Lavoro
  • Lifestyle
  • Model
  • Mondo
  • Mondo Comics
  • Music
  • Nature
  • Non categorizzato
  • Photography
  • Poesia
  • Politics
  • Primo piano
  • Ramp
  • Scienza & tecnologia
  • Sport
  • Sports
  • Tech
  • Technology
  • Tips & Tricks
  • Travel
  • Trends
  • Uncategorized
  • Videos
  • What's Hot
  • WordPress
    •   Back
    • Politica
    • Società
    • Cronaca
    • Inchiesta
    • Citazioni
    • "Tanto per dire" di Grazia Scuccimarra
    • Cinquanta Giorni da Orsacchiotto
    • Speciale Europride Roma
    • Italia in lingua straniera
    • Dazebao Roma
    • Fatti & Opinioni
    • Il corsivo di Puck
    • Rassegnata Stampa
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Basket
    • Calcio
    • Rugby
    • Motori
    • Boxe
    • Sci
    • Tennis
    • Speciale Olimpiadi
    • Vela
    • Atletica leggera
    • European Games Baku 2015
    •   Back
    • Finanza & Mercati
    • Imprese
    • Focus Economia
    • Pensioni
    • Borsa Shop
    •   Back
    • Bucanero, tracce e passaggi dal continente latinoamericano
    • Reportage
    •   Back
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    •   Back
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    •   Back
    • Il punto
    •   Back
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    •   Back
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance

Poesia

  • All Post
  • Poesia
I figli del buio

Mostruosità è l’ uomo che uccide quando dovrebbe solo abbracciare. L’ umanità ha toccato il fondo così a fondo che è certa d’ essere all’ inferno. Dopo aver…

Note fuori le righe

  • All Post
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando