Mercoledì, 27 Maggio 2020 10:10

Dal 18 al 21 giugno “Tulipani di seta nera” in streaming, su canali Sky e digitale terrestre

Scritto da

“Tulipani di seta nera”, il Festival Internazionale di cortometraggi a tema dedicato al cinema sociale nell’anno della pandemia si terrà dal 18 al 21 giugno 2020, dalle ore 17:30 alle 21, in streaming ma anche in onda su canali Sky e del digitale terrestre che saranno resti noti.

La manifestazione - organizzata dall’associazione “Università Cerca Lavoro”, su idea di Paola Tassone, che dei Tulipani è il direttore artistico, con la partnership di Rai Cinema Channel, il supporto della Regione Lazio, del Ministero per i beni e le attività culturali e del Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il patrocinio della Roma Lazio Film Commission e la collaborazione con l’Istituto CineTv R. Rossellini e l’Anas spa -ha l’obiettivo di promuovere il talento di giovani autori che, attraverso le loro creazioni visive narrano non il semplice racconto di una diversità, ma l’essenza della diversità stessa, sapendola soprattutto valorizzare.

Tra cortometraggi, documentari e videoclip, ben 210 sono le candidature arrivate da ogni parte d’Italia, da paesi europei e dagli USA. Tra questi, 12 i cortometraggi, 8 i documentari e 8 i videoclip Super finalisti che avranno accesso alle fasi finali. A loro si aggiungono 50 lavori selezionati da Rai Cinema Channel che concorrono al PREMIO “SORRISO RAI CINEMA CHANNEL”, un riconoscimento speciale che verrà assegnato dal pubblico attraverso  il maggior numero di visualizzazioni sul canale appositamente creato da Rai (www.tulipanidisetanera.rai.it) a partire dal 13 maggio 2020. Le storie che si possono vedere online sono tessere dell’odierno mosaico sociale: parlano dell’emigrazione, dell’ambientalismo anche in versione noir, della comunicazione tra generazioni; della solitudine; e ancora la questione femminile, il bullismo, le insicurezze adolescenziali, la violenza sulle donne, l’handicap fisico, gli affari e l’etica del produrre, la ricerca di un lavoro e lo spreco dei talenti. Non tutti i corti sono in italiano ma tutti hanno i sottotitoli. I cortometraggi saranno visibili su Rai Cinema Channel e sulla piattaforma RaiPlay, cosa che permetterà di raggiungere una platea composta da 16milioni di persone.

I lavori selezionati saranno giudicati da due tipi di giurie: Giuria Cortometraggi e Giuria di “Vari−Età”. La Giuria Cortometraggi - presieduta da Caterina D’Amico, dal Vice Presidente Carlo Brancaleoni (Rai Cinema), Laura Bortolozzi (Rai Gold), Nino Celeste (Direttore alla Fotografia), Rossella Izzo (Doppiatrice, sceneggiatrice e regista), Giulio Base (Regista e Attore) e Vince Tempera (Direttore d' orchestra) - avrà il compito di assegnare i seguenti premi: Migliore Film Corto; Miglior Sorriso Nascente (dedicato solo agli emergenti e Opera Prima) e le targhe premio per Migliore Attrice, Migliore Attore, Miglior Sceneggiatura, Migliore Documentario, Migliore Fotografia, Migliori Musiche e Migliore Opera per la TV.

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice