1111.jpg

 

Festival di Cannes

CANNES - Capolavoro romantico che quando uscì sugli schermi conquistò il pubblico femminile, convinto di aver finalmente trovato un film con un tipo di  donna come non se ne vedevano in quegli anni difficili del secondo dopoguerra.

CANNES - Questo non facilissimo film del polacco noto per il suo Decalogo, dieci episodi  usciti fra l’87 e il 91, poco prima di questo, e per I tre colori: blu, bianco e rosso, uscito  subito dopo, è stato scelto fra i classici di complemento alla competizione sulla  Croisette certamente in  omaggio alla protagonista, la svizzera Irène Jacob, (meno nota della conterranea Ursula Andress perché non ebbe la fortuna di interpretare il primo film di James Bond).

CANNES - E’ l’unico film italiano ammesso fra i “classici” che il festival di Cannes affianca quest’anno alla competizione internazionale.

CANNES - Un cast per l’epoca straordinario - Yves Montand, Ingrid Thulin, Michel Piccoli, Genevieve Bujold -  per un film di caratteri, fra i migliori del regista francese che la vulgata cinematografica ha bollato come il padre dell’alienazione per aver diretto l’onirico L’anno scorso a Marienbad, peraltro premiato nel 1961 alla Mostra di Venezia con il Leone d’oro.

CANNES -  Jeanne Moreau, in quegli anni stella indiscussa del cinema francese, è qui Louise, un’insegnante divorziata e avviata sul viale del tramonto sentimentale che  un giorno incontra un ventenne italiano, meridionale, emigrato in Francia e lo prende  in  casa.

CANNES (nostro inviato) - Martedì 6 luglio inizia la 74°edizione del Festival di Cannes che durerà sino al 17, a causa della pandemia eccezionalmente spostata da maggio alla piena estate.

CANNES - Prima volta nella selezione ufficiale, Arthur Harari aprirà Un Certain Regard con Onoda – 10 000 Nights In The Jungle, che racconta la storia del soldato Hiroo Onoda inviato su un’isola delle Filippine nel 1944, per combattere l’offensiva americana.

bianco.png