1111.jpg

 

Venerdì, 16 Luglio 2021 09:18

Cannes 74. “Memoria” di Apichatpong Weerasethakul con Tilda Swinton

Scritto da

CANNES – Una donna si sveglia di soprassalto perché ode un rombo sordo e indefinibile, quasi un’esplosione, potente, allarmante.

E’ l’inizio misterioso del film “Memoria” diretto dal tailandese Apichatpong Weerasethakul, con protagonista Tilda Swinton. Per il regista il primo film in lingua inglese, con una star internazionale. Apichatpong ha dichiarato di aver scritto la parte pensando proprio alla Swinton, lei d’altro canto lo ha voluto come regista e del film è anche produttrice esecutiva.

Tilda Swinton interpreta una donna scozzese, coltivatrice d’orchidee,  in visita alla sorella malata in Colombia. Viaggiando vorrebbe dare una risposta alla sua “sindrome sensoriale”, quel tuono misterioso che esplode nella sua testa. “E’ come un rombo dal centro della terra” così dice la Swinton e , attraverso un giovane che sa sintetizzare i suoni, spera di riprodurlo per capire cosa sia. Nel viaggio la donna conosce un’archeologa che studia resti umani di seimila anni fa in un tunnel in costruzione e,  colpita dalle scoperte della nuova amica, decide di seguirla sul luogo degli scavi. 

Il personaggio della Swinton è alla ricerca della “Memoria” scritta nei resti della terra, nel suono delle montagne. Il suo è un viaggio dei sensi verso le origini dell’habitat in cui ci troviamo. Dice Apichatpong Weerasethakul: “Ho immaginato che le montagne fossero il ricordo delle persone attraverso i secoli. Le grandi serre, le loro pieghe e i ruscelli, sono come le pieghe del cervello o le curve del suono”.  

Nel 2010 Weerasethakul è stato insignito della prestigiosa Palma d’Oro per “Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti”, basato sul libro del monaco buddista Phra Sripariyattiweti il film tratta della reincarnazione. Apichatpong Weerasethakul è stato il primo tailandese ad aver conquistato la Palma d’oro. A Cannes 2021 il regista si presenta con un film che evoca quelle atmosfere metafisiche che sono la  sua particolarità.

Apichatpong WEERASETHAKUL - Director

Apichatpong WEERASETHAKUL - Script / Dialogue

Sayombhu MUKDEEPROM - Cinematography

Angelica PEREA - Set decorator

César LÓPEZ - Music

Lee CHATAMETIKOOL - Film Editor

Akritchalerm KALAYANAMITR - Sound

Richard HOCKS – Sound

Tilda SWINTON - Jessica Holland

Jeanne BALIBAR - Agnès Cerkinsky

Juan Pablo URREGO - young Hernán Bedoya

 Elkin DÍAZ - older Hernán Bedoya

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

bianco.png