1111.jpg

 

Lunedì, 23 Maggio 2022 09:25

Cannes 75. L’ultimo valzer (1978) di Martin Scorsese

Scritto da

Dopo sedici anni di attività, nel “giorno del ringraziamento” del 1976, The Band, storico gruppo rock canadese-americano, si sciolse una prima volta (sarebbero poi tornati insieme qualche anno dopo, ma non fu la stessa cosa).

Fu un avvenimento che gli appassionati stentano a dimenticare: quell’ultimo valzer, come lo avrebbero chiamato in seguito, al teatro Winterland di San Francisco fece epoca anche perché a filmarlo dal vivo c’era un film maker e fan del gruppo d’eccezione: Martin Scorsese. 

Il regista americano con cittadinanza italiana, al quale si devono alcuni fra i film più importanti dei nostri ultimi anni, in quell’occasione ha realizzato un lavoro che ha fatto scuola nel mondo del documentario rock. Il notevole livello tecnico (le luci, il montaggio, lo stile delle interviste) ne fa un filmato unico nel suo genere. Del resto Scorsese, uomo di spettacolo come pochi (cinque mogli, fra queste  Isabella Rossellini) ha firmato titoli indimenticabili: da Taxi driver premiato a Venezia con il Leone d’oro a Gangs of New York, al recente The aviator sulla vita del produttore Howard Hughes. E nel caso dell’Ultimo valzer si è rivelato un ottimo documentarista: alle 26 canzoni che compongono il concerto alterna le interviste ai musicisti che ha curato personalmente.

Il film-documento sula storica Band made in Usa  arriva sulla Croisette in una versione che è stata sottoposta ad un accurato restauro sotto la supervisione di Scorsese stesso e il risultato ha avuto la sua approvazione soprattutto per la parte musicale che era stata realizzata con una tecnica audiovisiva di particolare impegno. Piacerà soprattutto agli aficionados del rock e non è escluso che in sala ci sia qualcuno dei protagonisti della memorabile serata di quarantasei anni fa. 

con Bob Dylan, Neil Diamond, John Mitchell, Neil Young, Eric Clapton, Ringo Starr, Van Morrison, Lawrence Ferlinghetti, Dr. John, Muddy Waters, Emmylou Harris, Ron Wood, Paul Butterfield

bianco.png