1111.jpg

 

Visualizza articoli per tag: programma

Oltre 200 incontri, 114 attività didattiche, 10 mostre, 3 spettacoli, 1 concerto, 17 partner scientifici, 3 partner culturali, il premio Nobel per la Fisica 2021 Giorgio Parisi
Pubblicato in Società
Etichettato sotto

SPOLETO – E’ stato presentato attraverso una conferenza stampa in streaming il festival dei Due Mondi 2021.  A introdurre i lavori Dario Franceschini, il nostro Ministro della Cultura, che ha subito chiarito a chi sollecita riaperture di non avere, per motivi a tutti ovvi, date certe al momento; precisando però che le regole già consentono di riaprire nella cosiddetta zona gialla e ha assicurato di star lavorando per aumentare, in condizioni di sicurezza ulteriore, le presenze negli spettacoli, soprattutto quelli all’aperto di cui l’Italia è ricchissima. Auguriamoci che il festival avvenga nelle migliori condizioni e segni una svolta duratura.

A seguire Monique Veaute classe 1951, la prima donna a dirigere la prestigiosa manifestazione spoletina, già fondatrice di Romaeuropa arte e cultura e direttrice artistica dell'omonimo festival, direttrice della Fondazione Pinault di Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia. Nata in Germania, ma d’inconfondibile accento e stile francese, Monique Veaute nelle date dal 25 giugno all’11 luglio, ha parlato di 60 spettacoli, 500 artisti provenienti da 13 paesi, 15 diverse sedi in cui si svolgerà, spiegando di aver puntato molto sulla musica. Delle molte rappresentazioni per brevità qui ne citeremo solo alcune. L’intero programma è visibile sul sito del festival dei Due Mondi.

Oltre al Ministro Dario Franceschini e alla direttrice artistica Monique Veaute la conferenza stampa del 64mo Festival dei Due Mondi ha visto la partecipazione di Paola Macchi, Direttrice Organizzativa; Tiziana Tombesi Presidente della Fondazione e Commissario del Comune di Spoleto; Paola Agabiti, Assessore alla Cultura della Regione Umbra; Michele Dall’Ongaro, Presidente dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia; Giovanni Parapini, Direttore Rai per il Sociale. E i contributi del coreografo Mourad Merzouki, del coreografo e drammaturgo Alan Lucien Øyen, del drammaturgo e regista Leonardo Lidi, dell’autore e regista Liv Ferracchiati

In sintesi due orchestre hanno residenza quinquennale a Spoleto: quella dell’Accademia di Santa Cecilia, che chiuderà il 64 festival con Antonio Pappano; e l’orchestra del Festival di Budapest diretta da Ivan Fisher. In totale i concerti saranno ventidue. Tra le promesse emergenti del pianismo internazionale Marie-Ange Nguci debutta al Festival dei Due Mondi per il suo primo concerto in Italia. E ancora un concerto diretto da Alvise Casellati, figlio della presidente del Senato. L’Ensemble Micrologus con la Musica di Dante. L’Oedipus Rex diretto da Pascal Rophé nel cinquantenario della morte di Stravinskij

La danza spazia dal classico contemporaneo con Le Lac des Cygnes di Čajkovskij con la coreografia di Angelin Preljocaj a Folia di Mourad Merzouki che mescola hip-hop, musica barocca ed elettronica, balletto classico e dervisci rotanti. Riguardo al teatro-danza grande attesa per il regista e coreografo Alan Lucien Øyen che coinvolgerà anche Liv Ulman, forte di nove performer tra attori e ballerini in un’età compresa tra i 24 e gli 82 anni. In conferenza stampa Øyen ha detto che il suo spettacolo è la risultante delle conversazioni avute con il suo gruppo e riguarda le ossessioni e le ansie che, come molti, hanno conosciuto in questo periodo.

Dal panorama teatrale italiano Leonardo Lidi debutta a Spoleto con La signorina Giulia di August Strindberg in prima assoluta. Altra voce del teatro nazionale è il regista umbro Liv Ferracchiati che presenta La tragedia è finita, Platonov in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria. Il Festival dedica una serata a Giorgio Strehler , in occasione del centenario della nascita. La moglie Andrea Jonasson ripercorre, insieme con Monica Guerritore e Margherita Di Rauso, la vita artistica del grande regista italiano attraverso lettere autografe, brani teatrali e appunti di prove, accompagnata dal quartetto del Teatro Regio Torino e dal pianista Carlo Caputo. 

Da sempre Main Media Partner del Festival dei Due Mondi, la Rai quest’anno presenta a Spoleto il primo Festival per il sociale, la sostenibilità ambientale ed economica è al centro del dibattito culturale, e della nuova organizzazione del Festival, così come la coesione e l’inclusione, il ruolo delle donne, quello delle nuove generazioni e il valore della memoria. Dal 2 al 5 luglio, si alterneranno presentazioni di film, documentari, interviste, panel dedicati a tutte le categorie sociali, progetti nei quali l’azienda di Servizio Pubblico è impegnata da mesi, come l’illuminazione delle periferie, frutto del lavoro portato avanti con il Cospe e l’Osservatorio di Pavia. Quello di Spoleto è il “numero 0” di un’iniziativa destinata a diventare appuntamento fisso, con cadenza annuale e itinerante. Nel 2022 si svolgerà a Torino, presso il coordinamento regionale di “Libera” di Don Ciotti, ha detto il direttore di Rai per il Sociale, Giovanni Parapini, intervenuto alla conferenza stampa

Pubblicato in Cultura
Etichettato sotto

Venezia, Arena Giardini della Biennale, 24 luglio - 30 agosto, ore 21 / Il regista Luca Guadagnino presenterà venerdì 24 luglio Don’t look Now (A Venezia… un dicembre rosso shocking) di Nicolas Roeg / Omaggio al fotografo Fulvio Roiter sabato 25 luglio

Etichettato sotto

ROMA - La selezione ufficiale della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica  (28 agosto - 7 settembre 2019) è stata presentata in conferenza stampa, dal Presidente della Biennale Paolo Baratta e dal direttore della Mostra Alberto Barbera, giovedì 25 luglio a Roma.

Etichettato sotto

ROMA - Al via, dal all’8 aprile 2019, RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE che parte dalla capitale per poi toccare, con focus e artisti, le città di Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino.

Pubblicato in Cinema & Teatro

Arte, musica e scienza si incontrano nei 7 spettacoli serali  del National Geographic Festival delle Scienze: in programma anche un’anteprima italiana.

Pubblicato in Scienza & tecnologia

IL DIRITTO / IL ROVESCIO L’inesauribile corrente delle parole. La malleabilità delle parole. Parole necessarie, parole superflue  Parole vere, parole ingannevoli

Pubblicato in Letteratura

ROMA - Pirandelliana 2017 (XXI Edizione) è una  rassegna di teatro intensa e seducente. Organizzata dalla Compagnia Teatrale La bottega delle maschere, diretta da Marcello Amici, Pirandelliana è stata sempre uno degli eventi di teatro più importanti dell'Estate Romana.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

LIDO DI VENEZIA - Lunedì 7 settembre 2015

14:00 SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

THE AUDITION di Martin Scorsese (Usa, 16’, v.o. inglese s/t italiano) con Robert De Niro, Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Martin Scorsese 

A SEGUIRE

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI

HEAVEN CAN WAIT (IL CIELO PUÒ ATTENDERE) (1943) di Ernst Lubitsch (Usa, 113’, Colore, v.o. inglese s/t italiano) con Gene Tierney, Don Ameche, Charles Coburn

16:45SALA GRANDE

VENEZIA 72

THE ENDLESS RIVER di Oliver Hermanus (Sud Africa, Francia, 108’, v.o. inglese/francese s/t italiano/inglese) con Nicolas Duvauchelle, Crystal-Donna Roberts, Clayton Evertson, Darren Kelfkens, Denise Newman

19:15SALA GRANDE

VENEZIA 72

RABIN, THE LAST DAY diAmos Gitai (Israele, Francia, 153’, v.o. ebraico s/t inglese/italiano) con Ischac Hiskiya, Pini Mitelman, Michael Warshaviak, Einat Weizman, Rotem Keinan, Yogev Yefet, Yael Abecassis

22:15 SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

NON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari (Italia, 100’, v.o. italiano s/t inglese) con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Silvia D’Amico, Roberta Mattei

13:30 PALABIENNALE

ORIZZONTI

PECORE IN ERBA di Alberto Caviglia (Italia, 86’, v.o. italiano/tedesco/inglese/cinese s/t inglese/italiano) con Davide Giordano, Anna Ferruzzo, Bianca Nappi, Mimosa Campironi, Lorenza Indovina, Omero Antonutti 

15:30 PALABIENNALE

ORIZZONTI

MAN DOWN di Dito Montiel (Usa, 92’, v.o. inglese s/t italiano) con Shia LaBeouf, Kate Mara, Jai Courtney, Gary Oldman

17:45 PALABIENNALE

VENEZIA 72

L’HERMINE di Christian Vincent (Francia, 98’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Fabrice Luchini, Sidse Babett Knudsen

20:00 PALABIENNALE

VENEZIA 72

RABIN, THE LAST DAY diAmos Gitai (Israele, Francia, 153’, v.o. ebraico s/t inglese/italiano) con Ischac Hiskiya, Pini Mitelman, Michael Warshaviak, Einat Weizman, Rotem Keinan, Yogev Yefet, Yael Abecassis

A SEGUIRE

VENEZIA 72

THE ENDLESS RIVER di Oliver Hermanus (Sud Africa, Francia, 108’, v.o. inglese/francese s/t italiano/inglese) con Nicolas Duvauchelle, Crystal-Donna Roberts, Clayton Evertson, Darren Kelfkens, Denise Newman

14:30 SALA DARSENA

ORIZZONTI

MADAME COURAGE di Merzak Allouache (Algeria, Francia, Emirati Arabi Uniti, Qatar, 90’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) con Adlane Djemil, Lamia Bezouaoui, Leïla Tilmatine, Abdellatif Benahmed, Mohamed Takerret

17:00 SALA DARSENA

ORIZZONTI

WEDNESDAY, MAY 9 di Vahid Jalilvand (Iran, 102’, v.o. persiano s/t inglese/italiano) con Niki Karimi, Amir Aghaee, Shahrokh Forootanian, Vahid Jalilvand

09:00 SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA 

MONTANHA di João Salaviza (Portogallo, Francia, 91’, v.o. portoghese s/t inglese/italiano) con David Mourato, Rodrigo Perdigão, Cheyenne Domingues, Maria João Pinho

11:30 SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

LA MEMORIA DEL AGUA di Matías Bize (Cile, 88’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Elena Anaya, Benjamín Vicuña

14:00 SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA 

ANA YURDU ( MOTHERLAND ) di Senem Tüzen (Turchia, Grecia, 98’, v.o. turco s/t inglese/italiano) con Esra Bezen Bilgin, Nihal Koldaş, Semih AydIn, Fatma Kisa

17:00 SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

VIVA LA SPOSA di Ascanio Celestini (Italia, Francia, Belgio, 87’, v.o. italiano s/t inglese) con Ascanio Celestini, Alba Rohrwacher, Salvatore Striano, Francesco De Miranda

17:15 SALA CASINÒ

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

MIFUNE: THE LAST SAMURAI di Steven Okazaki (Giappone, 70’, v.o. giapponese/inglese s/t inglese/italiano) – documentario

22:30 SALA CASINÒ

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

JACQUES TOURNEUR LE MÉDIUM (FILMER L’INVISIBLE) di Alain Mazars (Francia, 60’, v.o. francese s/t inglese/italiano) - documentario

22:00 SALA PERLA 2

GIORNATE DEGLI AUTORI – EVENTO SPECIALE

INNOCENCE OF MEMORIES – ORHAN PAMUK’S MUSEUM AND ISTANBUL di Grant Gee (Gran Bretagna, Irlanda, Italia, 97’, v.o. inglese/turco s/t inglese/italiano) – documentario

08:45 SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI

AKAHIGE (BARBAROSSA) (1965) di Akira Kurosawa (Giappone, 185’, B/N, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) con Toshiro Mifune, Yuzo Kayama, Reiko Dan, Tsutomu Yamazaki, Yoko Naito, Kyoko Kagawa

12:15 SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI

APENAS UN DELINCUENTE (APPENA UN DELINQUENTE) (1949) di Hugo Fregonese (Argentina, 90’, B/N, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Jorge Salcedo, Sebastián Chiola, Tito Alonso, Linda Lorena, Tito Grassi

14:30 SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI

UMUT (SPERANZA) (1970) di Yılmaz Güney (Turchia, 97’, B/N, v.o. turco s/t inglese/italiano) con Yılmaz Güney, Gülsen Alnıaçık, Tuncel Kurtiz

17:00 SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI

LA LUPA (1953) di Alberto Lattuada (Italia, 93’, B/N, v.o. italiano s/t inglese) con Kerima, May Britt, Ettore Manni, Giovanna Ralli, Mario Passante

21:00 IL CINEMA NEL GIARDINO

L’INCONTRO:

Arturo Brachetti

Conduce: Nicola Lagioia

IL FILM:

VENEZIA CLASSICI – FILM RESTAURATI 

I MOSTRI (1963) di Dino Risi (Italia, 115’, B/N, v.o. italiano s/t inglese) con Vittorio Gassmann, Ugo Tognazzi, Lando Buzzanca

Film del giorno: “Rabin, the last day” di Amos Gitai. Yitzak Rabin, Primo Ministro dello Stato di Israele fu assassinato per mano di un colono ebreo estremista, Ygal Amir,  il 4 novembre 1995, dopo aver preso parte a Tel Aviv a un comizio in difesa della pace. E’ stato uno dei crimini più traumatici avvenuti in Israele, di grande impatto sul mondo politico interno e internazionale..Amos Gitaï, simpatizzante della sinistra pacifista, con il suo film - basato sul rapporto della Commissione ufficiale di inchiesta presieduta dal giudice Meir Shamgar - narra le ultime ore di vita  di Rabin. In concorso alla Mostra del Cinema di Venezia con un cast di  attori quali Ischac Hiskiya, Pini Mitelman, Michael Warshaviak, Einat Weizman, Rotem Keinan, Yogev Yefet e Yael Abecassis.

Etichettato sotto

Nove grandi mostre personali e tre progetti speciali. 15.000 metri quadrati di cultura e arte contemporanea a Milano per un pubblico internazionale.

Pubblicato in Arti visive
Etichettato sotto
Pagina 1 di 4

bianco.png