Festa cinema Roma

 

ROMA – Evento di pre-apertura della Festa del Cinema di Roma 2018, in programma in prima mondiale lunedì 15 ottobre alle 21.00 al cinema Barberini è il documentario, coinvolgente e illuminante, "1938 Quando scoprimmo di non essere più italiani" di Pietro Suber.

Lunedì, 08 Ottobre 2018 12:15

Festa Cinema Roma. L’ultimo film di Robert Redford

Scritto da

ROMA - The Old Man & The Gun, il film di David Lowery che segna l’ultima incredibile interpretazione dell'attore e regista statunitense Robert Redford prima del ritiro dalle scene dopo cinquantasei anni di carriera, sarà presentato in anteprima italiana nella Selezione Ufficiale della Festa del Cinema di Roma, per poi arrivare al cinema il 20 dicembre distribuito da BiM Distribuzione.  

ROMA - Nel 1971 il principe Pepito Pignatelli, malato di jazz ed eccentrico personaggio, assieme alla bellissima moglie Picchi aprì uno dei più importanti locali europei, ritrovo internazionale di musicisti che poi scrissero la storia del jazz, nonché luogo-fucina di fermenti letterari, sociali e musicali che segnarono il costume degli appassionati e non solo: il Music Inn.  

ROMA – La festa del cinema di Roma ha innegabilmente film adatti al pubblico: semplici e godibili. Il che non significa di scarso valore, credo anzi che i grandi narratori non esulino mai dalla “semplicità che è difficile a farsi”, per usare un assioma poetico di Bertold Brecht.

ROMA (nostro inviato) "I Tonya" è un film biografico sulla pattinatrice olimpionica – la sola americana in grado di eseguire un’acrobazia difficilissima chiamata triple axel - Tonya Harding accusata, insieme all'ex marito, dell'aggressione alla rivale Nancy Kerrigan.

ROMA (nostro inviato) “Una questione privata”, tratto dal romanzo di Beppe Fenoglio, è un film dei fratelli Taviani scelto per il concorso ufficiale della festa di Roma. Il pubblico ha dimostrato di apprezzare, anche se qualche spettatore lamentava una certa lentezza.

ROMA – Uno dei primi film della festa del cinema di Roma ha una funzione catartica e educativa, anticorpo ai pericoli innescati oggi dall’odio assurdo verso l’immigrazione. La regista Katryn Bigelow e lo sceneggiatore Mark Boal, entrambi premi Oscar, bilanciando sapientemente l’aspetto del reportage alla narrativa, hanno creato a un lungometraggio che vuole ristabilire la verità su un episodio criminale, a sfondo razzista, della polizia di Detroit, evento che ha segnato vergognosamente la storia degli Stati Uniti. 

bianco.png