Domenica, 16 Ottobre 2022 09:18

RoFF 17. “Life is (not) a game”, il documentario di Spera su Laika, la Banksy italiana

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA – Un documentario, presentato alla diciassettesima Festa del Cinema di Roma, racconta due anni della street artist Laika – ovvero la Banksy italiana come l’ha definita un giornale argentino - al lavoro.

Lo ha realizzato Antonio Valerio Spera, regista esordiente che rivela una buona predisposizione per la macchina da presa. Girato a Roma, in Bosnia, a Francoforte e in Polonia, il film si avvale di testimonianze dirette di giornalisti che conoscono la misteriosa Laika e ne illustrano il lavoro notturno, particolarmente nelle strade di Roma, di cui sono mostrati scorci inconsueti.

Sono immagini per lo più ritagliate dal cartone e incollate sui muri quando la città dorme. All’indomani, alla luce del sole attireranno l’attenzione dei passanti con messaggi di denuncia o di pace o di protesta: sono scritte razziste tracciate su immensi striscioni che riempiono (con i nomi degli autori, quindi esposti al pubblico ludibrio), quello che giustamente è detto “il muro della vergogna”. E’ interessante vedere come nasce un murale: armata di secchi di colla, di vernice, di rotoli di carta, di scalette, pennelli e tutto l’armamentario del writer che sa di dover agire in fretta, prima che qualcuno lo scopra.

 Laika è costantemente sotto l‘obiettivo ma irriconoscibile: una maschera le copre il volto, la voce è contraffatta, allo spettatore dispiace non conoscerne il volto, resta la sua opera personalissima, che qui vediamo dedicata prima alla pandemia, poi alla protesta, infine alla guerra in Ucraina. E c’è anche una fugace immagine-ricordo dl Laika - la cagnetta astronauta per forza che il 3 novembre 1957 fu imbarcata a bordo della capsula spaziale Spunik 2, diventando così il primo essere vivente ad orbitare intorno alla terra - che alla street artist ha suggerito il nome di battaglia.



• Life is (not) a game
• Regia di Antonio Valerio Spera
• Un film di genere Documentario 
• Italia, 2022
•  Durata 83 minuti.

bianco.png