Visualizza articoli per tag: RECENSIONE

ROMAL’aura di mistero che da sempre avvolge la figura di Niccolò Paganini, tra i più grandi musicisti al mondo, è approfondita in “Il violinista del diavolo”, il nuovo film di Bernard Rose, incentrato sulla vita del “maestro genovese”.

Pubblicato in Cinema & Teatro

“Ma come vuoi morire un giorno, Narciso, se non hai una madre? Senza madre non si può amare. Senza madre non si può morire.”  (Narciso e Boccadoro- Hermann Hesse)

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

TRAMA - Primo secolo dopo Cristo: Nella lontana Britannia, ai confini dell’impero romano, il piccolo celta Milo assiste allo sterminio della sua gente. Il dolore si trasformerà in rabbia e in abilità di lotta.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

“Eppure lo amo!” ripeteva a se stessa. Ma questo non aveva nessuna importanza! Non era felice, non lo era mai stata. (Madame Bovary- Gustave Flaubert)

Pubblicato in Cultura

ROMA - Al Teatro Lo Spazio di Roma è in scena un interessante spettacolo, dal titolo “Henna il coraggio di cambiare”, scritto e diretto da Giulia Lusetti.  Uno spettacolo che si propone, riuscendoci abbastanza bene, di raccontare due storie d’amore, attraverso le canzoni di Lucio Dalla.

Pubblicato in Cinema & Teatro

ROMA - “Nunc et in hora mortis nostrae. Amen”. Con questo incipit si apre il romanzo, mentre sul soffitto si risvegliano gli affreschi delle divinità olimpiche. Forte è il contrasto tra i suoni, la preghiera alla Vergine, e le immagini pagane. Immediatamente dopo si ha un nuovo contrasto tra le immagini e i profumi del giardino.

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

ROMA - In un paesino della provincia austriaca, Bruscon (interpretato da Franco Branciaroli), autore e attore teatrale di origine italiana, dirige la compagnia composta dalla sua famiglia, frustrata di non riuscire a sbarcare il lunario.

Pubblicato in Cinema & Teatro

ROMA - In un paesino della provincia austriaca, Bruscon (interpretato da Franco Branciaroli), autore e attore teatrale di origine italiana, dirige la compagnia composta dalla sua famiglia, frustrata di non riuscire a sbarcare il lunario.

Pubblicato in Cinema & Teatro

ROMA - Al Teatro Dell’Angelo è in scena una spettacolo molto particolare, per un pubblico particolare:  parliamo di GIROTONDO di Arthur  Schnitzler, scrittore e medico austriaco di fine Ottocento, noto anche  per aver messo a punto un artificio narrativo, il cosiddetto monologo interiore, al quale fece spesso ricorso nelle sue opere per descrivere l’evolversi dei pensieri dei suoi personaggi. In realtà, la produzione di Schnitzler subì molto l’influenza di Freud: i due, infatti, si conoscevano bene, anche se non si frequentarono molto.

Pubblicato in Cinema & Teatro

ROMA - “Immaginate la vostra terra. Provate ora a immaginarla in silenzio, senza più colori, voci, profumi: deserta. Un silenzio irreale che avvolge e ovatta tutto. Sembra impossibile immaginare una Napoli vuota senza napoletani, una Roma vuota senza romani. Bene, settant’anni fa, in Dalmazia, in Istria e a Fiume questo è accaduto”.

Pubblicato in Cinema & Teatro

bianco.png