Visualizza articoli per tag: Politica

Mercoledì, 22 Marzo 2017 11:01

Alfredo Reichlin, l'ultimo berlingueriano

Ora che il viaggio si è concluso per sempre e il partigiano Reichlin ci ha lasciato, ci vien voglia di immaginare che, in realtà, si sia solo spostato un po' più in là, alla ricerca di nuovi ideali, di nuove passioni civili, di nuove speranze da coltivare e di nuove emozioni da vivere e condividere con quella vasta comunità della sinistra che è stata, in fondo, la sua stessa vita. 

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

Un sabato romano con un venticello pungente ma, comunque, gradevole e assolato, un teatro, il Brancaccio, situato nella via del celebre romanzo di Carlo Emilio Gadda e un mondo, quello della sinistra ulivista, che si ritrova finalmente unito, grazie alle doti di federatore dell'ex sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
 Cosa bolle a sinistra, un convegno di ‘’Laboratorio Politico’’
Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Si riparte dall'articolo 1 della Costituzione, quindi dal lavoro e dalla sovranità popolare, e già questa scelta, l'idea di utilizzare un così esplicito riferimento costituzionale come simbolo del nuovo soggetto politico, nato dalla duplice scissione del PD e di Sinistra Italiana, è un fatto molto positivo.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Giovedì, 23 Febbraio 2017 21:30

Ricostruiamo insieme una comunità di destino

Ho letto i messaggi e gli appelli all'unità di galantuomini come Prodi e Letta, la loro rabbia, la loro incredulità, il loro sgomento. Li ho letti e non ritengo giusto porre anche a loro la domanda che, invece, ho posto a tanti altri, citando il titolo di uno splendido romanzo di Paolo Di Paolo: "Dove eravate tutti". Già, dove eravate?

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Si va via " normalmente per una somma di cause, sicuramente l'innesco e' una profonda differenza di contenuti tra la segreteria Renzi e le persone che hanno lasciato in questi giorni il partito, sul lavoro non avevamo in programma di cambiare l'articolo 18 e di mandare a lavorare i ragazzi con i voucher e si comprano in tabaccheria, avevamo una politica fondata sul rispetto dell'ambiente e siamo diventati il partito dei petrolieri e che mette in contrasto il governo del Pd con i governatori del Pd e sul referendum sulle trivelle e mi fa piacere che sia andato in California a imparare la green economy perche' ne aveva assolutamente bisogno". 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Mercoledì, 15 Febbraio 2017 09:35

Pd verso la scissione. Summit al Nazareno

ROMA - Vertice notturno dei big della maggioranza Pd al Nazareno in vista dell'assemblea nazionale del Pd in programma domenica prossima a Roma.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA -  "Non c'e' bisogno in questo momento di un decreto centrato sulla sicurezza. Si tratta di misure urgenti assolutamente deludenti che non rispondono all'esigenza reale di un territorio che chiede non sicurezza in piu' ma misure in piu' per percorsi di integrazione e valorizzazione".

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 10 Febbraio 2017 07:23

Ernesto Rossi e il sogno dell'Europa

Ernesto Rossi, quello di Ventotene! È al suo coraggio, alla sua lungimiranza, alla sua passione civile e al suo spirito libero, coraggioso e sanamente azionista, al pari di quello dei compagni di confino Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni, che dobbiamo quel gioiello che è il Manifesto di Ventotene, ossia il sogno di un'Europa unita e finalmente in pace sorto negli anni della catastrofe bellica, mentre in Germania si pianificava la soluzione finale per lo sterminio degli ebrei, gli Alleati radevano al suolo alcune delle più belle città del Vecchio Continente, l'ARMIR si perdeva fra i ghiacci e le isbe russe e scompariva ogni forma di dignità della persona. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Lunedì, 30 Gennaio 2017 11:28

Cartoline positive dal mondo

È fin troppo facile, in una stagione drammatica come quella che stiamo attraversando, lasciarsi andare al pessimismo cupo, sparare a zero contro tutto e tutti e auto-commiserarsi per la propria condizione di infelicità e per le tragedie di un mondo che sembra oggettivamente correre ad ampie falcate verso l'autodistruzione.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

bianco.png